Home banking: come utilizzare lo smartphone in totale sicurezza?

Proteggere le tue app legate all'home banking? Un paio di consigli per mantenere a distanza gli hacker ed evitare inutili rischi.
Proteggere le tue app legate all'home banking? Un paio di consigli per mantenere a distanza gli hacker ed evitare inutili rischi.

La sempre più diffusa disponibilità di app legate all’home banking e servizi simili, ha reso la sicurezza ancora più importante in ambito mobile.

Che si tratti di adware, trojan, malware o attacchi di qualunque tipo infatti, i criminali informatici sono alla costante ricerca di metodi più o meno raffinati per rubare preziosi dati agli utenti.

In questo senso, la prudenza è un ottimo punto di partenza ma senza ombra di dubbio non è sufficiente. Per ridurre al minimo i rischi legati ad app con dati sensibili, è bene avere alcune attenzioni specifiche.

Tutto parte dal download stesso dell’app: va infatti fatta attenzione rispetto all’autenticità della stessa. Non è raro che hacker preparino app clonate per trarre in inganno gli ignari utenti. Una volta avviata la stessa e inseriti i dati personali, questi vengono facilmente riutilizzati dai pirati informatici.

In tal senso, è bene accertarsi del numero di download e delle recensioni. Anche la questione password però è alquanto delicata: l’utilizzo di un’apposito software per la gestione delle stesse, può essere una scelta molto azzeccata.

Un password manager per evitare intromissioni indesiderate

I password manager sono sistemi appositamente ideati per proteggere le parole d’accesso di app nell’ambito dell’home banking, social network e non solo.

In questo contesto, una delle applicazioni più apprezzata è NordPass.

Stiamo parlando di uno strumento in grado di memorizzare e registrare password uniche, nonché di proteggerle pur mantenendole in memoria. Di fatto, questo permette di agire in ambiente “cross platform” passando da telefono (Android e iOS) a PC Windows, Linux e macOS mantenendo le password tra i diversi sistemi utilizzati.

Un sistema comodo dunque, ma che permette una protezione approfondita. Il sistema di sicurezza che propone NordPass infatti, si affida alla crittografia (nello specifico all’algoritmo XChaCha20). Tale soluzione rappresenta il livello più elevato di sicurezza del settore.

Non solo: grazie alla prova gratuita da 30 giorni, chiunque può provare con mano le potenzialità di NordPass e poi scegliere se utilizzare questa soluzione per proteggere le sue preziose password.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti