Microsoft verso l'integrazione nativa NFC

Sinora la tecnologia Near Field Communication è stata supportata dal solo sviluppo di dispositivi mobili specifici, senza una reale integrazione con le funzionalità proprie dei sistemi operativi.

Sembra che sia Microsoft la prima grande casa interessata a fare un primo importante passo verso un effettivo ripensamento nell’approccio con questa tecnologia, a conferma del suo crescente impatto nel mondo delle telecomunicazioni.

Il recente accordo con Sirit, importante vendor RFID, dimostra la volontà del colosso di Redmond di giungere a breve ad una implementazione NFC nativa nella propria piattaforma Windows Mobile.

Questa scelta mi pare che comporterebbe due vantaggi immediati: consentire una larga diffusione di apparecchi già predisposti al loro nascere per operare con l’identificazione a radiofrequenza e conseguentemente ridurre i costi di sviluppo, a tutto vantaggio dei consumatori.

In prospettiva potrebbero inoltre affermarsi più facilmente nuovi servizi dedicati al riconoscimento ed al commercio elettronico, favorendo sempre più le transazioni wireless.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti