QR code per la pagina originale

Amazon Kindle Fire HD: una promessa da mantenere

Kindle Fire HD è un tablet Android da 7" ideato appositamente per l’intrattenimento personale sfruttando il vasto catalogo di contenuti dell’Amazon Store.

Prezzo

€ 199

Giudizi
  • Caratteristiche7,2
  • Dimensioni8
  • Prestazioni7,5
  • Qualità prezzo8
Pro

Display, audio Dolby stereo, intuitivo e facile da usare, prezzo basso, catalogo dal potenziale smisurato…

Contro

…ma ancora inespresso, ecosistema Android fortemente limitato, alcuni rallentamenti nell’interfaccia

Di , 4 Dicembre 2012

Doppia natura

Amazon Kindle Fire HD, il tablet prodotto dalla compagnia di Jeff Bezos, è finalmente sbarcato anche in Italia e proprio in tempo per i regali di Natale. A circa un anno di distanza dal lancio del suo predecessore (il Kindle Fire arriva solo ora da noi, assieme al fratello maggiore), questo tablet fa parlare di sé per il prezzo altamente competitivo e ancor più per l’incredibile mole di contenuti che porta con sé, fra giochi, app, film e, naturalmente, libri presenti nell’immenso store di Amazon.

Per questo motivo, è lecito analizzare il Kindle Fire HD prendendo in esame le due nature che convivono in esso, quella di semplice tablet, appunto, e quella di, se ci passate il termine, “elettrodomestico per l’intrattenimento”. Partiamo dal tablet.

Tablet

Fin dal primo approccio, il Kindle Fire HD di Amazon mostra chiaramente nel suo DNA l’appartenenza al genere dei tablet, a partire dall’inconfondibile design, sebbene in questo caso appaia molto sobrio e, secondo noi, non fra i più accattivanti sul mercato (il paragone con il Nexus 7 viene immediato e spontaneo). Non serve osservarlo con eccessiva attenzione per notare che lo schermo è circondato da una cornice nera eccessivamente ampia, nella quale trova spazio anche una fotocamera frontale da 8 megapixel (HD 720p, ottima per le videochiamate via Skype), che non si allinea del tutto omogeneamente con i bordi in plastica, anch’essi leggermente più ampi di quanto vorremmo.

Galleria di immagini: Amazon Kindle Fire HD in foto

Tuttavia, se sul look si può sorvolare, per un tablet votato all’intrattenimento la qualità del display non rientra fra i possibili compromessi. Per fortuna, lo schermo touch capacitivo da 7 pollici di tipo LCD IPS HD (1.280×800 pixel) del Kindle Fire HD non delude, garantendo ottima luminosità, ricchezza cromatica e neri profondi. Inoltre il vetro è stato polarizzato per ridurre i riflessi, compito che assolve bene con la luce ambientale artificiale, ma non altrettanto con quella solare. La fruizione dei contenuti è comunque ottima, specie per giochi e filmati (per gli eBook, invece, nulla al momento è meglio dell’esperienza offerta dal Kindle Paperwhite).

Il retro è caratterizzato da una superficie gommata gradevole al tatto, bordi arrotondati che aiutano la presa in mano e una barra in plastica che taglia longitudinalmente la superficie e alle cui estremità sono alloggiati due speaker Dolby Digital che garantiscono un audio più ricco e avvolgente di quanto ci si aspetti da un tablet.

I bordi ospitano il microfono, in alto sopra l’obbiettivo, e le prese Micro HDMI e Micro USB, in basso. La prima serve per il mirroring dei contenuti su schermi esterni, la seconda per il collegamento al computer, utile sia per ricaricare la batteria sia per il trasferimento dati (il Kindle Fire HD viene riconosciuto automaticamente come unità di archiviazione esterna – se invece usate un Mac, avrete bisogno di installare l’apposito software Android File Transfer).

Sul fianco, oltre al jack per le cuffie, troviamo il bilanciere del volume e il tasto di accensione. In questo caso, passateci la battuta, il Kindle Fire HD “presta il fianco” a una critica: i tasti sono troppo vicini fra loro e troppo in linea con la superficie, il che richiede un po’ di pratica prima di poterli trovare rapidamente, e alla cieca.

Sufficientemente compatto per poter essere portato con sé o utilizzato comodamente a letto, nel complesso, il Kindle Fire HD è un tablet solido e ben assemblato, ma forse un po’ pesante (395 grammi).

Elettrodomestico per l’intrattenimento

Il Kindle Fire HD è basato su Android 4.0.3 (Ice Cream Sandwich), ma non si direbbe… Infatti, in nome della facilità d’uso, Amazon ha personalizzato l’OS di Google al punto da renderlo quasi del tutto irriconoscibile.

Il risultato, purtroppo, è un sistema fortemente limitato rispetto alla versione originale. Le applicazioni installate di default, E-Mail, Calendario e Contatti, non sono di livello pari alle controparti che abitualmente troviamo nell’OS Android, mentre altre sono del tutto assenti poiché Google Play è stato reso inaccessibile. È anche vero che quest’ultimo può essere riattivato con una procedura di sblocco, ma la sconsigliamo in quanto complessa e perché invalida la garanzia del prodotto.

Chiaramente, dietro una simile scelta di cela un fine ben preciso: il contenuto è sovrano. Il Kindle Fire HD è stato ideato con lo scopo ben preciso di sfruttare l’enorme potenziale dello store online di Amazon, indirizzando quanto più possibile gli utenti verso l’acquisto di nuovi contenuti digitali con la massima efficacia e semplicità possibili. Un compito, questo, assolto egregiamente attraverso un’interfaccia a carosello che permette di scorrere le app appena scaricate o i libri letti di recente in maniera molto comoda e immediata. È per questo motivo che lo definiamo un “elettrodomestico per l’intrattenimento”.

Nonostante la sua indubbia efficacia, però, questa interfaccia non è priva di difetti relativi all’usabilità: il carosello si aggiorna di continuo in base all’utilizzo, quindi non troverete mai le stesse icone dove le ricordavate (per fortuna, c’è un menu Preferiti per l’accesso rapido ad app, libri e documenti selezionati dall’utente); il tasto Home è stato decentrato in favore di quello Back; è impossibile regolare la luminosità durante la visione di un film se non tornando al carosello e da lì richiamare il menu Impostazioni.

Altra pecca di sistema è la quasi totale assenza del multitasking e una pesantezza complessiva della UI che grava sul processore: in certi casi, il Kindle Fire HD soffre alcuni rallentamenti, specie quando si avviano applicazioni non direttamente ottimizzate per questo tablet (fra l’altro, le icone di queste ultime appaiono sgranate all’interno del carosello). Fa, invece, un discreto lavoro il browser Silk che si appoggia al Cloud di Amazon per velocizzare la navigazione.

Hardware

Amazon Kindle Fire HD ha un profilo hardware di tutto rispetto, ideale per sfruttare le ottime qualità video e audio di cui abbiamo già parlato. È basato su un processore dual core da 1,2 GHz, sostenuto da 1 GB di RAM e da un processore grafico PowerRV mentre, per la memorizzazione dei dati, mette a disposizione 16 o 32 GB (abbiamo testato la prima versione).

Fatta eccezione per gli sporadici rallentamenti delle applicazioni “non ufficiali” dell’Amazon Store a cui abbiamo già accennato, il Kindle Fire HD gestisce egregiamente i contenuti che vi riverserete, che siano libri, musica, film in HD e videogiochi complessi come Fifa 11 o Dead Space. Non si evidenziano esitazioni né rallentamenti nello scrolling così come nel frame rate anche leggendo un libro mentre si ascolta musica in sottofondo (raro caso di multitasking).

Mancano all’appello il GPS, il chip NFC e la connettività 3G, ma è una scelta comprensibile data la vocazione domestica del prodotto. Sono presenti, invece, il Bluetooth e il Wi-Fi. Quest’ultimo è basato su tecnologia MIMO con doppia antenna, che consente al Fire HD di viaggiare su due frequenze (2,4 e 5 GHz), per schermare le interferenze provenienti da altri dispositivi domestici e per migliorare il download e lo streaming dei contenuti. Se non fosse per i rallentamenti dovuti all’interfaccia che abbiamo citato in precedenza, le prestazioni online sarebbero eccellenti, ma di fatto non equiparano quelle dell’iPad. Si tratta comunque di differenze minime.

Infine, la batteria: Amazon garantisce un’autonomia pari a 11 ore con un utilizzo medio fra navigazione online, ascolto di musica, visione di filmati, gioco, lettura e azioni varie. Nella nostra prova ci siamo assestati sulle 9 ore, raggiungendo le 11 solo abbassando la luminosità e riducendo le attività più intense a livello di carico sulla CPU. Sono, comunque, valori molto soddisfacenti. Unico neo è rappresentato dai tempi di ricarica molto lunghi via PC, usando il cavo USB incluso nella scarna confezione.

Contenuti

Siamo arrivati a quello che è il vero cuore pulsante del sistema Kindle Fire HD, ovvero i contenuti. Lo abbiamo già detto e lo ribadiamo: per il tablet di Amazon il contenuto è sovrano. Allora cosa potete aspettare di trovare? Starete già immaginando valanghe di contenuti e intrattenimento a tutto tondo e, forse, starete già in ansia al solo pensiero di quanto spesso finirete col metter mano alla vostra carta di credito… Ebbene, niente paura perché a tutelarvi ci pensa la stessa Amazon, proponendo un quantitativo di contenuti ancora limitato e non del tutto soddisfacente, almeno per il momento.

Inoltre si rischia di restare ancora più delusi se, come noi, vi ritroverete a fare un giro sul catalogo americano perché, allora, vedrete quel che il Kindle Fire HD può fare davvero per voi! Sì, perché per un errore casuale di impostazione del nostro account, abbiamo trascorso alcune ore nello store americano. Sebbene non sia stato possibile acquistare alcunché per le note restrizioni territoriali, ci è bastato fare un giro per toccare con mano cosa si perdono al momento gli utenti italiani: migliaia di libri fra classici, recenti e bestseller per ogni tipologia e palato, un catalogo musicale vastissimo in cui perdersi, e poi fumetti e riviste di ogni genere e ancora migliaia di film e serie TV da acquistare o noleggiare a prezzi (quelli americani) davvero accattivanti. E non basta perché chi ha sottoscritto un account Prime ha anche accesso a centinaia di libri, film e serie TV del tutto gratis, anche molto recenti.

Quando tutto ciò sarà realtà anche in Italia, non c’è nulla, nemmeno iTunes, che possa battere una simile offerta merceologica per vastità e varietà, ed è questa la vera forza del Kindle Fire HD.

Certo, dopo una simile premessa, penserete già che la nostra sia una bocciatura totale, invece vi sbagliate: per noi il Kindle Fire HD è soltanto rimandato, per l’esattezza al 2013. Colpa, infatti, delle difficoltà rappresentate da un mercato come quello italiano, allergico al cambiamento e all’innovazione, sono in corso da tempo le contrattazioni con publisher e major nostrani per ampliare quanto prima e il più possibile il catalogo Amazon italiano, con decine di miglia di contenuti fra libri, musica e film. Non è quindi un caso che il primo Kindle Fire sia arrivato nel nostro Paese soltanto adesso.

Ad ogni modo, non è che manchi di che saziare la propria fame di intrattenimento, visto che già solo i cataloghi Musica e eBook sono molto ampi. Fa un po’ male, invece, scoprire che i film sono ancora del tutto assenti (chiaramente, per i nostri test abbiamo trasferito sul tablet dei filmati in DivX), così come moltissime riviste e un numero considerevole di fumetti non figurano nei cataloghi. Per ora ci si deve accontentare di applicazioni quali LaStampa.it o di qualche rivista come Panorama (tutte a pagamento).

Per sua fortuna, il Kindle Fire HD offre molto altro ancora in termini di servizi a cominciare dalla funzionalità Whispersink, che permette di sincronizzare i propri contenuti su qualsiasi dispositivo Kindle vogliate, che si tratti di un altro eBook reader, dell’app per lo smartphone e tablet o del software apposito per PC. In questo modo è possibile interrompere la lettura su un dispositivo per riprenderla in seguito su un altro, esattamente da dove eravate rimasti. E lo stesso varrà per i film e, prossimamente, per i videogiochi. Ci sono poi X-Ray, che userà i metadati di libri e film per fornirvi in qualsiasi momento informazioni su, ad esempio, il cast, i personaggi di un racconto o sull’autore, e la nuova funzionalità che agevola la lettura dei fumetti ingrandendo le singole nuvolette.

Amazon è anche Cloud, che per il Fire HD si traduce in un ampio ventaglio di servizi da disco remoto per i propri contenuti (foto, libri, musica). Qui interviene anche l’Amazon Cloud Player che permette di caricare nella nuvola fino a 250 brani (la versione base, mentre il numero sale a 250.000 con 24,99 euro l’anno) provenienti da qualsiasi fonte, incluso l’iTunes Store, o importati da CD. Inoltre la funzione Scan & Match controlla i brani della libreria musicale e, laddove trova una corrispondenza, sostituisce i brani di qualità scarsa con la versione a 256 Kbps. Inoltre la musica è ascoltabile in streaming sul Kindle o sui dispositivi su cui avete installato il software di Amazon.

Non dimentichiamo, infine, l’ormai noto servizio di conversione dei file che consente agli utenti iscritti di inviare documenti non compatibili con il proprio tablet Amazon per riceverli automaticamente in un formato leggibile.

Chiudiamo la parte dedicata ai contenuti con una considerazione relativa all’advertising. Per contenere ancor più il prezzo di vendita dei propri dispositivi, Amazon applica da tempo una politica di pubblicità diretta. Nel caso del Kindle Fire HD gli annunci non sono per nulla intrusivi, limitandosi a delle offerte speciali visibili nella schermata di avvio, dopo lo stand-by. Ad ogni modo, con solo € 15,00 in più, è possibile acquietare la versione senza offerte speciali.

Conclusioni

Valutare il Kindle Fire HD è un’operazione alquanto controversa perché non si tratta di un prodotto definito, ma in divenire, il cui vero punto di forza è rappresentato non tanto dal suo potenziale tecnico quanto dai contenuti che è in grado di offrire. Eppure, proprio da qui nasce il nostro imbarazzo…

Attraverso l’Amazon Store americano abbiamo toccato con mano le reali potenzialità di questo tablet che sono semplicemente fantastiche! Tuttavia, sebbene nello store italiano i contenuti non scarseggino, non c’è ancora nulla di lontanamente paragonabile e, inoltre, l’assenza di un catalogo dedicato a film e serie TV pesa come un macigno.

In attesa che il catalogo italiano cresca in misura adeguata, siamo costretti a basare il nostro giudizio su quel che il Kindle Fire HD è allo stato attuale, ovvero nulla più che un tablet da 7 pollici dalle discrete performance (ottimi lo schermo e le casse stereo), ma orfano di un sistema operativo completo.

Per questo motivo, a meno che non siate affezionati utenti Amazon, allo stato attuale delle cose, per guardare film, leggere libri, giocare e ascoltare musica il Fire HD non l’unica scelta e di certo non è indispensabile, ma un domani potrebbe esserlo eccome! Nelle vostre considerazioni sull’acquisto, infatti, vi consigliamo di valutare anche il fatto che, con uno store presto all’altezza, il nostro giudizio su questo prodotto è destinato a crescere esponenzialmente.