QR code per la pagina originale

Canon EOS 700D: regina del mass market

Canon EOS 700D è un'eccellente fotocamera reflex da 18 megapixel con schermo multi-touch e capacità video Full HD adatta a un pubblico medio-avanzato.

Prezzo

€ 900

Giudizi
  • Caratteristiche8,5
  • Dotazione8,5
  • Prestazioni9
  • Qualità prezzo9
Pro

Ottima qualità d'immagine, schermo multi-touch orientabile, raffica da 5 fps, ottima ergonomia, buona qualità video

Contro

AF in Live View lento, tasti dal feeling economico

Di , 6 Giugno 2013

Costruzione e caratteristiche

La EOS 700D è la nuova reflex di Canon destinata ai fotografi appassionati, che richiedono al proprio strumento caratteristiche di qualità e velocità avanzate senza l’ingombro (sia fisico che economico) di un corpo professionale. Con il suo prezzo di circa 900 euro (in kit con il nuovo obiettivo 18-55m f/3.5-5.6 STM), va dunque a collocarsi tra la entry-level EOS 1100D e l’ormai vecchia, ma sempre valida EOS 7D.

Rispetto alla precedente 650D, la Canon EOS 700D modifica alcune scelte di design (come la ghiera di selezione delle modalità, che ora ruota di 360° piuttosto che avere una corsa limitata) e implementa alcune nuove funzioni come, ad esempio, la possibilità di visualizzare in tempo reale l’effetto dei filtri d’immagine creativi. A livello di tecnologia, estetica e comandi generali, però, le due fotocamere sono molto simili, dunque siamo in presenza più di un aggiornamento che non di un vero e proprio salto in avanti qualitativo.

Ovviamente, per tutti i fotografi che già hanno imparato ad apprezzare la qualità del design Canon, questa non è una cattiva notizia. La Canon EOS 700D può infatti vantare un’eccellente ergonomia e una qualità costruttiva senz’altro soddisfacente: il corpo macchina è solido, le gommature offrono un ottimo grip là dove è necessario, i comandi sono tutti a portata di mano e l’impugnatura generale è molto comoda. Un unico appunto può essere mosso alla qualità di alcuni tasti, che restituiscono un feeling un po’ economico, soprattutto il selettore a croce e il tasto dedicato agli ISO.

Galleria di immagini: Canon EOS 700D, le immagini

Anche il resto delle caratteristiche tecniche della Canon EOS 700D è di ottimo livello, a partire dal mirino, piuttosto ampio e luminoso per una reflex di questa categoria (anche se non in grado di offrire una copertura visuale del 100%), fino all’eccellente schermo snodabile da 1.040.000 punti, che è per giunta capacitivo e dotato di funzionalità multi-touch, come quello di un moderno smartphone. È dunque possibile scorrere le varie immagini in playback facendo scorrere il dito sul pannello LCD o ingrandirle tramite il pinch-to-zoom, azioni ormai entrate a far parte dell’utilizzo comune per un prodotto di tecnologia e che sono le benvenute anche in ambito fotografico.

La dotazione è completata da un sensore CMOS in formato APS-C da 18 megapixel effettivi, accompagnato da un processore di immagine Digic 5.

Canon EOS 700D: velocità e performance

Canon EOS 700D

Scopriamo, dunque, come si comporta la Canon EOS 700D su strada. A livello di operazioni generali (messa a fuoco, rapidità di scatto, playback delle immagini), questa reflex offre prestazioni decisamente buone. L’otturatore non si fa mai desiderare ed è sempre pronto a scattare quando lo vogliamo, offrendo una eccellente raffica massima di 5 fotogrammi al secondo, che sicuramente soddisferà i fotografi intenzionati a catturare movimenti veloci.

Anche l’autofocus a fase è rapido e preciso, ed è in grado di tracciare i soggetti in modalità continua senza grandi esitazioni, compatibilmente con i limiti di uno strumento di questa categoria. Meno esaltante, invece, è l’AF ibrido che viene impiegato in fase di Live View: con buona luce e soggetti statici, è pienamente utilizzabile, ma quando una di queste due condizioni viene a mancare, il livello di performance scende ampiamente al di sotto di quanto offerto da fotocamere mirrorless ben più economiche. Un difetto comune alla quasi totalità delle reflex, questo, che però non si può fare a meno di notare. Per fortuna, anche in Live View viene offerta la possibilità di utilizzare la funzione di quick autofocus, che abbassa rapidamente lo specchio per utilizzare il sensore a fase e lo rialza appena confermata l’acquisizione del fuoco, velocizzando notevolmente il processo.

Tutte le operazioni di AF della Canon EOS 700D sono coadiuvate dal nuovo obiettivo in kit, che sfrutta un design rinnovato del motore autofocus interno, per offrire performance nettamente superiori dal punto di vista della silenziosità e della precisione, specialmente quando si impiega il metodo a contrasto. Anche se le dimensioni risultano leggermente maggiorate rispetto al precedente modello di 18-55, i risultati si vedono: la messa a fuoco automatica è, infatti, totalmente silenziosa (l’obiettivo non emette letteralmente alcun rumore percepibile) e la focheggiatura in Live View è molto meno ampia ed evidente di quanto non avviene con obiettivi tradizionali, rendendo molto più agevole la registrazione di filmati.

A livello di performance ottica, l’obiettivo non fa miracoli (come quasi tutte le ottiche in-kit), ma offre comunque buone prestazioni: il dettaglio non è elevatissimo, specialmente alle massime aperture, ma è comunque sufficiente, e la distorsione è abbastanza contenuta. Sono presenti, invece, le aberrazioni cromatiche, che risultano evidenti nelle condizioni di luce e contrasti più complicate. È possibile attivare una funzione di correzione automatica delle aberrazioni in-camera (con gli obiettivi compatibili), che però rallenterà notevolmente la velocità di raffica.

Qualità foto e video

Il sensore da 18 megapixel della Canon EOS 700D cattura foto di eccellente qualità. La resa di colori e contrasti è equilibrata e piacevole, il bilanciamento del bianco è generalmente preciso e l’esposizione automatica affidabile. Se visualizzati al 100% su schermo, i 18 megapixel del sensore possono risultare leggermente morbidi e mancare di un pizzico di incisione, ma, per un sensore formato APS-C così denso, la resa è comunque più che soddisfacente.

Canon EOS 700D

Buona, ma non stellare, anche la performance sugli alti ISO: fino al valore di 800, le immagini sono molto pulite e ben dettagliate. A 1.600 si comincia a notare un rumore digitale che impasta leggermente il dettaglio e i colori risultano lievemente sbiaditi, ma le immagini restano perfettamente utilizzabili. A 3.200, e soprattutto 6.400 ISO, la situazione si complica: il rumore appare molto più evidente e cominciano a presentarsi i blocchi di rumore cromatico, che peggiorano nettamente la qualità dell’immagine. Anche a questi valori, le immagini sono comunque utilizzabili a bassa risoluzione e ancora valide per un utilizzo limitato a Internet e ai social network. Nel complesso, la performance in bassa luce non è, forse, ai vertici della categoria, ma resta molto buona.

Anche sul fronte video la qualità espressa dalla Canon EOS 700D è decisamente elevata. È possibile registrare filmati fino alla risoluzione di 1080p con 25 fps, che risultano piacevoli sia in quanto a colori che dettaglio. L’autofocus non è paragonabile a quello di una videocamera dedicata, ma resta superiore alla media della categoria, sia per quanto riguarda la precisione sia per la fluidità, e soprattutto è completamente silenzioso. Anche l’audio registrato dai microfoni stereo integrati è piacevole, ma, per gli utenti più esigenti, è possibile approfittare dell’ingresso microfono esterno, presente sul fianco del corpo macchina.

Verdetto

Con il suo eccellente rapporto tra prezzo, prestazioni, dimensioni e qualità dell’immagine, la Canon EOS 700D è una fotocamera che inquadra perfettamente la propria fascia di mercato, offrendo un prodotto competitivo e molto appetibile da parte dei fotografi appassionati, ma attenti al budget.

La qualità delle immagini è ottima, sia foto sia video, e la reattività della fotocamera (in termini di AF e raffica) è molto soddisfacente per uno strumento di questo prezzo. Dimensioni e peso, pur non essendo paragonabili a quelli delle moderne mirrorless, sono comunque contenuti abbastanza da rendere la 700D una fotocamera da portare con sé ovunque.

Consigliamo anche l’acquisto dell’obiettivo in kit: seppure non eccellente come prestazioni ottiche (ma quale obiettivo in-kit lo è?), il nuovo 18-55 STM offre un design innovativo e un autofocus completamente fluido e silenzioso, al solo costo di dimensioni leggermente maggiorate.