QR code per la pagina originale

Huawei P30: premium

Huawei P30 è uno smartphone con schermo OLED da 6,1 pollici, processore Kirin 980, 6 GB di RAM e tre fotocamere posteriori da 40, 16 e 8 megapixel.

Prezzo

€ 799

In offerta su Amazon

€ 471

Giudizi
  • Caratteristiche9,7
  • Design10
  • Prestazioni9,6
  • Qualità prezzo10
Pro

design, fotocamera, autonomia

Contro

sistema operativo, prezzo

Di , 23 Maggio 2019

Huawei ha annunciato a fine marzo 2019 la nuova serie P30, con la quale il produttore cinese vuole rivoluzionare il settore della fotografia mobile. Il P30 Pro è senza dubbio il modello più innovativo, ma anche il P30 offre caratteristiche di assoluto valore, come la tripla fotocamera posteriore. Le specifiche sono leggermente inferiori, per cui lo smartphone è disponibile ad un prezzo più accessibile.

Design ()

Il design è da sempre una caratteristica distintiva degli smartphone Huawei. Anche per il P30 è stata utilizzata la particolare tecnica che permette di ottenere sfumature cromatiche (gradienti), maggiormente visibili per il colore Aurora (gli altri due sono Black e Breathing Crystal). L’ampio notch del P20 è stato sostituito da un piccolo notch a goccia (Dewdrop) che ospita la fotocamera frontale. Il produttore cinese ha inoltre ridotto lo spessore delle cornici ed eliminato il tradizionale lettore di impronte digitale. Il sensore biometrico è ora nascosto sotto lo schermo.

Lungo il lato destro ci sono i pulsanti per accensione e volume, mentre a sinistra c’è lo slot ibrido per nano SIM e schede nanoSD. Lungo il bordo inferiore sono presenti la porta USB Type-C e il jack audio da 3,5 millimetri (assente nel P30 Pro). Il P30 ha ricevuto la certificazione IP53, per cui resiste solo agli spruzzi d’acqua.

Galleria di immagini: Huawei P30, immagini ufficiali

Fotocamera SuperSpectrum ()

Anche se il P30 non ha lo zoom ottico 5x, le tre fotocamere posteriori con ottiche Leica permettono di ottenere ugualmente scatti di elevata qualità. Quella principale ha un sensore SuperSpectrum da 40 megapixel, abbinato ad un obiettivo con apertura f/1.8. La sostituzione dei pixel verdi con pixel gialli (schema RYYB) consente di catturare fino al 40% in più di luce e quindi di scattare foto quasi perfette anche in situazioni di buio estremo.

La seconda fotocamera ha un sensore di 16 megapixel e un obiettivo grandangolare con apertura f/2.2. Infine c’è un fotocamera con sensore da 8 megapixel, abbinato ad un teleobiettivo (f/2.4) con zoom ibrido 5x. L’autofocus è ibrido (laser, contrasto e rilevamento di fase). Non mancano ovviamente le funzionalità assistite dall’intelligenza artificiale, come la stabilizzazione delle immagini e la tecnologia HDR+.

La fotocamera frontale ha un sensore da 32 megapixel e un obiettivo con apertura f/2.0. Interessante la funzionalità Dual-View che permette la registrazione video simultanea con la fotocamera principale e il teleobiettivo. AI Movie Editor, invece, identifica automaticamente i momenti cruciali della scena e offre la possibilità di aggiungere musica ed effetti speciali, tra cui time-lapse e slow motion.

Scheda tecnica ()

Il P30 ha uno schermo OLED da 6,1 pollici con risoluzione full HD+ (2340×1080 pixel) e integra un processore octa core Kirin 980, affiancato da 6 GB di RAM e 128 GB di memoria flash. La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11ac, Bluetooth 5.0, GPS, Galileo, NFC e LTE Cat. 16.

La batteria ha una capacità di 3.650 mAh e supporta la ricarica rapida (22,5 Watt), ma non la ricarica wireless (esclusiva del P30 Pro). Il sistema operativo è Android 9 Pie con interfaccia EMUI 9.1.

Disponibilità e prezzo ()

Lo Huawei P30 è in vendita dal 27 marzo 2019 e può essere acquistato nei principali negozi di elettronica di consumo, su Amazon e presso lo Huawei Experience Store di Citylife a Milano. Il prezzo consigliato è 799,90 euro.

Recensione ()

Sebbene sia il fratello minore, o la versione ‘normale’ di P30 Pro, Huawei P30 è un ottimo smartphone che compensa le mancanze in modo eccellente. Il design è quello che già contraddistingue il fratello maggiore, soprattutto nelle colorazioni Twilight e Light Blue, che hanno un riflesso molto elegante.

Infilare il P30 in una custodia sembra quasi un reato: è estremamente ergonomico, con i bordi laterati a metà tra lo squadrato e lo stondato. si tiene comodamente in mano come se i bordi fossero stondati e allo stesso tempo la presa è salda come se avesse bordi squadrati.

La dimensione del P30 Pro rimane comunque un po’ scomoda in tasca, ma quella del P30 sembra perfetta: è grande, ovviamente, ma lo schermo quasi senza bordi (l’unico è quello, molto piccolo, lasciato dalla fotocamera frontale in alto) permette di raggiungere comodamente con una mano più del 60% dello schermo partendo dal basso, e con un riposizionamento del palmo nella parte centrale si arriva comodamente a tutto lo schermo.

Il reparto fotografico, pur non essendo esattamente lo stesso del P30 Pro (manca il periscopio per lo zoom digitale fino a 50x, ibrido fino a 10x e ottico fino a 5x), regala importanti soddisfazioni, anche con il massimo zoom a 30x, riuscendo a catturare forme con un dettaglio discreto a più di 50 metri di distanza.

Anche l’autonomia è ottima: con un utilizzo medio, caratterizzato principalmente da utilizzo di app per 20/30 minuti come Facebook, Twitter, Linkedin, 1 ora navigazione stradale su Waze (o riproduzione video con Netflix), messaggistica con Whatsapp e Telegram, garantisce fino a 36 ore di autonomia con circa 5 ore di schermo.

Le altre caratteristiche sono le stesse ritrovate nel P30 Pro, e si può fare riferimento alla recensione completa su Webnews.it per ulteriori dettagli.

In generale, P30 compensa le mancanze nel reparto fotografico (che per un pubblico meno esperto sono anche poco rilevabili) con un design molto più ergonomico ed un rapporto qualità/prezzo che è corretto nel caso del prezzo di listino di 799€, ma è molto più interessante nel caso di prezzi ‘di strada’ che si aggirano tra i 500€ e i 700€.