QR code per la pagina originale

Motorola Moto G (2014): recensione e prezzo

Un Moto G più grande e migliorato sotto alcuni aspetti, ma anche lo stesso di sempre: le novità 2014 dello smartphone Android di Motorola.

Prezzo

€ 199

Giudizi
  • Caratteristiche7,5
  • Design8
  • Prestazioni8
  • Qualità prezzo9
Pro

Sistema ottimizzato al meglio per l'hardware presente, durata della batteria fantastica, foto e video adeguate all'hardware

Contro

Mancanza del 4G

Di , 3 Novembre 2014

Nel corso del 2013, Motorola ha presentato un telefono dal prezzo basso ma dalle ottime prestazioni e da un buon rapporto qualità/prezzo: il Moto G. Quest’anno, dopo il successo avuto in vari paesi, tra cui l’Italia, Motorola ha deciso di presentare un nuovo modello, cambiandolo sotto alcuni aspetti, aggiungendo alcune novità e migliorando ciò che era già presente.

Nella scatola minimale troviamo il telefono, un cavetto USB-microUSB per la ricarica e il collegamento al computer e un manuale d’istruzioni in cui sono presenti anche le informazioni riguardanti la garanzia. Mancano, come nel modello precedente, degli auricolari ed il caricatore.

Moto G 2014: caratteristiche hardware

Al di sotto della scocca troviamo un SoC Qualcomm Snapdragon 400 con CPU Cortex-A7 quad-core da 1.2GHz, una GPU Adreno 305, 1 GB di RAM e solo 8 GB di memoria interna che potrà essere espansa attraverso una microSD da massimo 32GB. È possibile inserire due microSIM ed entrambi gli slot hanno il supporto alle reti 3G e 2G con velocità di download massima di 21Mbps. Tuttavia ci si aspetta una futura versione 4G come per il modello precedente.

I sensori presenti all’interno sono accelerometro, giroscopio, prossimità, luminosità e magnetometro mentre tra le connettività troveremo il Wi-Fi 802.11 b/g/n, il Bluetooth 4.0 Low Energy e GPS. Inoltre è presente anche la radio FM che funzionerà collegando gli auricolari.

La batteria da 2070mAh non è rimovibile, tuttavia sarà possibile rimuovere la cover posteriore per l’inserimento delle SIM e della microSD, nonché effettuare un eventuale cambio di cover scegliendo tra i tanti colori proposti da Motorola.

Lo schermo IPS LCD è ricoperto da un vetro Gorilla Glass 3 ed in questa nuova versione diventa da 5″ mantenendo la risoluzione HD 720×1280 pixel ma perdendo la densità di pixel che scende a 293ppi.

Moto G: stile e design

Le plastiche utilizzate per la costruzione del dispositivo sono di buona qualità ed offrono una piacevole sensazione al tatto nonché un ottimo grip. Sulla parte frontale troviamo due speaker stereo, una fotocamera frontale da 2MP, un LED di notifica bianco e i sensori di prossimità e luminosità. Sul lato destro troviamo il tasto di accensione e spegnimento e il bilanciare del volume, seguito dal jack 3.5″ per le cuffie nella parte superiore e l’uscita microUSB nella parte inferiore mentre sul retro troviamo la fotocamera da 8MP con flash LED capace di girare video a 720p a 30fps.

Il telefono risulta molto resistente e non troppo grande né troppo pesante per l’uso quotidiano, migliorando soprattutto il grip per chi è abituato a telefoni di grosse dimensioni. Le dimensioni fisiche del dispositivo sono: 141.5 x 70.7 x 11 mm e il tutto viene racchiuso in un peso di 149 grammi.

Autonomia

Una delle caratteristiche di successo del Moto G, sin dalla sua prima versione, è stata l’autonomia capace di sorprendere chiunque pur avendo una batteria più piccola rispetto ad altri concorrenti. La durata media del dispositivo riesce a ricoprire tranquillamente la giornata anche con usi molto eccessivi. Con un uso blando si riesce ad arrivare anche a 2 giorni di autonomia mentre in condizioni di vero stress (es. dispositivi Bluetooth collegati, navigazione GPS, giochi, tante chiamate e quant’altro) si riesce ad arrivare tranquillamente ad una decina di ore di utilizzo.

Ciò che sorprende del Moto G, in confronto ad altri dispositivi Android, è l’ottimizzazione del sistema che riesce a consumare pochissimo a schermo spento pur mantenendo attivi Wi-Fi, rete dati e quant’altro. Di conseguenza la durata della batteria risulta essere legata molto allo schermo attivo che non riesce a superare le 3 ore di attività.

Foto/Video

Il sensore della fotocamera è uno dei punti rinnovati in questo nuovo Moto G che passa dai 5MP del modello precedente a 8MP. La modalità di scatto rimane la stessa che prevede un semplice click per attivare l’autofocus e lo scatto successivo.

Nel menù, che bisognerà richiamare con uno swype verso destra, sarà possibile attivare l’opzione che consente di scegliere il punto di messa a fuoco, migliorando sensibilmente la qualità degli scatti fatti. Troveremo anche le opzioni che ci consentiranno di creare foto panoramiche, di attivare/disattivare il flash, l’HDR, la geolocalizzazione delle foto e quant’altro. La risoluzione delle foto è a scelta dell’utente che potrà scegliere tra 16:9 (6MP) e 4:3 (8MP). Il reparto video permetterà di girare video ad un massimo di 720p sia a velocità normale che a rallentatore. La qualità dei video girati e delle foto scattate non è niente male, anche in situazioni di bassa luminosità il dispositivo riesce a difendersi bene e a scattare foto molto buone per il sensore che possiede.

Audio

Anche l’audio è migliorato rispetto al modello precedente. I due altoparlanti stereo posizionati sulla facciata anteriore del dispositivo hanno un audio alto e abbastanza nitido essendo rivolte verso l’utente. Ciò permette anche di non avere problemi quando si poggia il dispositivo su una superficie.

Sistema operativo Android 4.4.4

Il sistema operativo installato è Android aggiornato alla sua ultima versione 4.4.4 e modificato da Motorola in modo da creare un sistema ottimizzato per l’hardware che riesce a lavorare bene anche in situazioni di stress e ad evitare inutili drain della batteria.

Oltre all’avanzata ottimizzazione, troviamo anche alcune applicazioni proprietarie di Motorola come Assist che ci aiuterà con un assistente vocale o facendo azioni preimpostate in determinate situazioni come “Al volante” o “In riunione” e Alert che servirà per rimanere in contatto con familiari e amici in modo sicuro. Il browser di default è Chrome e la navigazione risulta fluida e senza alcun tipo di problematiche. Non sono installati particolari navigatori ma con Google Maps la ricerca dei satelliti è molto veloce e la posizione mostrata risulta essere precisa.

Sul lato gaming riesce a difendersi bene pur avendo un hardware poco potente permettendo all’utente giocare tranquillamente a titoli molto pesanti come Modern Combat 5. Inoltre, Motorola ha già confermato l’arrivo dell’aggiornamento ad Android 5.0 Lollipop entro poche settimane dal rilascio ufficiale.

Conclusioni

Si scrive Moto G, si legge ottimizzazione. È questo il punto chiave che ha reso il Moto G meritevole del successo riscosso con la prima versione e che si riconferma nella seconda.

Il prezzo di listino di soli 199€ unito all’ottimizzazione del sistema ed alle caratteristiche rispettabili rendono questo telefono tra i migliori per il rapporto qualità/prezzo. Il Moto G è sicuramente il telefono perfetto per chi cerca un telefono economico e duraturo, ma con buone prestazioni.