QR code per la pagina originale

Sony Ericsson Xperia Play: playStation Phone

Unico nel suo genere, l'Xperia Play unisce le funzionalità di uno smartphone Android evoluto con quella della Sony PSP.

Prezzo

€ 599

Giudizi
  • Caratteristiche9,5
  • Connessioni9,4
  • Design8,1
  • Qualità prezzo7,2
Pro

Possibilità di giocare con i titoli per Sony PSP, gamepad dedicato

Contro

Pesante, tasti di gioco non molto resistenti, vibrazione fioca

Di , 22 Aprile 2011

Doppia vocazione

Grazie a Sony Ericsson sarà finalmente possibile portarsi dietro un unico oggetto che funga da smartphone completo di tutto e persino da PlayStation portatile! Stiamo ovviamente parlando del Sony Ericsson Xperia Play, il rivoluzionario terminale che incorpora le funzionalità della Sony PSP.

Il Sony Ericsson Xperia Play si presenta con misure indubbiamente notevoli, ma atte a far posto a un GamePad discretamente comodo e a un ampio display che ha mostrato davvero un’ottima resa, con una risoluzione  di 854×480 pixel a 16 milioni di colori. Con ben 175 grammi di peso e uno spessore di 16 mm, non lo si può certo definire né fine né leggero, dunque non comodissimo da tenersi in tasca, ma è pur sempre maneggevole.

Purtroppo non si possono tessere le stesse lodi per i materiali che sono solo sufficienti poiché non danno una particolare sensazione di robustezza, discorso valido in particolar modo per i tasti dorsali dedicati al gioco che sembrano sempre in procinto di cedere. Fortunatamente, va meglio per il meccanismo dello slider, con un’apertura decisa e senza problemi di sorta.

Oltre ai tasti per la gestione del volume e a quello per l’accensione/blocco, sul Sony Ericsson Xperia Play abbiamo anche il connettore microUSB per cavo dati e caricabatteria e un connettore da 3,5 mm per gli auricolari. Sotto il display, gli ormai consueti tasti funzione dei terminali Android, in questo caso cromati, allineati a formare una lieve curva. 

C’è anche una doppia fotocamera, ma senza funzionalità di videochiamata. Il sensore principale, sul retro, è da 5.1 megapixel, di ottima qualità. Il Sony Ericsson Xperia Play riesce, infatti, a scattare foto e girare video di buona qualità. In ausilio, troviamo anche il flash e l’autofocus oltre a funzionalità come il geotagging e la macro.

Viaggiare, navigare e comunicare

Un modello come il Sony Ericsson Xperia Play non poteva che essere Quad-Band GPRS/EDGE/UMTS e HSDPA e offrire anche il meglio delle nuove tecnologie in ambito multimediale come, ad esempio, il supporto per il DLNA (che vi permetterà di sfruttare al meglio anche altri apparecchi che supportino la medesima tecnologia) e la possibilità di condividere la connessione dati con altri dispositivi tramite Tethering USB o la funzionalità Hotspot Wi-Fi. Non manca, ovviamente, il Bluetooth.

La messaggistica è completa: oltre al supporto di SMS, MMS ed e-mail (purtroppo non in modalità push), inlcuso Microsoft Exchange, e dei consueti Gtalk e Gmail, potrete avvalervi del Timescape che vi permetterà di aggregare in un’unica applicazione i vostri contatti, messaggi e account di Facebook e Twitter.

Se deciderete di partire per un viaggio, poi, potrete sfruttare il Sony Ericsson Xperia Play anche come navigatore, grazie al ricevitore A-GPS di cui è dotato, che ha di fatto dimostrato buone prestazioni e un rapido fix anche a freddo.

Galleria di immagini: Sony Ericsson Xperia Play

Anche gli Android giocano

Il Sony Ericsson Xperia Play offre performance di livello, potendo avvalersi di un processore da 1 GHz e di 512 MB di RAM. Questa potenza viene ben sfruttata per ogni tipo di operazione, anche grazie all’ottimizzazione del sistema operativo Android, qui in versione 2.3.2, ma presto aggiornabile alla 2.3.3.

Naturalmente, chi sceglie il Sony Ericsson Xperia Play sceglie una console portatile per i videogiochi a tutto tondo. Infatti, ai titoli progettati per la PlayStation si vanno ad aggiungere anche quelli creati appositamente per il sistema operativo di Google. La grafica degli uni e degli altri risulta veloce e fluida, a prova di appassionato! Inoltre i nuovi D-PAD rimpiazzano egregiamente i controlli analogici tradizionali, senza farne sentire la mancanza. Ad arricchire l’esperienza di gioco contribuiscono anche gli altoparlanti stereo, che restituiscono un audio più che sufficiente.

Inoltre Sony Ericsson ha creato un’area apposita nell’Android Market dedicata ai videogiochi più interessanti, denominata PlayNow, che vi darà ampio margine di scelta per acquistare rapidamente anche la musica. In aggiunta, sono inclusi alcuni titoli a corredo (non pochi) al momento dell’acquisto del telefono, il tutto per permettere di iniziare da subito a divertirsi con il nuovo acquisto.

La memoria a disposizione dell’utente è di soli 400 MB, ma è espandibile tramite microSD fino a 32GB.

Un concentrato di tecnologia

Sony Ericsson Xperia Play è un terminale completo di tutto e con un’ampia gamma di funzioni e di operatività. Include un reattivo schermo multitouch capacitivo affiancato da accellerometro, il classico ventaglio di applicazioni Android oltre ad alcune personalizzare, fra cui menzioniamo TrackID (con widget dedicato) per il riconoscimento delle canzoni, ormai un marchio di fabbrica dei terminali Sony Ericcson. Le personalizzazioni sono, invece, quelle previste da Android.

Tra i pregi, segnaliamo la navigazione Web molto buona, anche con pagine pesanti e complesse, la qualità d’ascolto musicale e il microfono, che offre un’ottima qualità dell’audio in conversazionene, grazie allo scudo antirumore, la ricezione del Wi-Fi, lievemente superiore rispetto a molti altri modelli in commercio; discreto il vivavoce.

Di contro, i consumi della batteria da 1.500 mAh sono lievemente superiori a quelli medi di altri terminali Android di pari livello, a prescindere dall’utilizzo come console. Peccato anche per la mancanza dell’NFC (Near Field Communication) al momento disponibile solo su Android 2.3.3.

Nel complesso, il Sony Ericsson Xperia Play è un terminale stabile e veloce e con una buona ricezione del segnale. Versatile come ogni smartphone Android, votato al multimedia, ha inoltre dalla sua la peculiare duttilità che gli consente di divenire una Sony PSP con un semplice slide dello schermo.