QR code per la pagina originale

realme X50 5G: il 5G alla portata di tutti

Processore Snapdragon 765G, display a 120Hz, quad-camera da 48MP e ricarica Dart da 30W per uno smartphone 5G da 369 Euro.

A partire da

€ 370

Giudizi
  • Caratteristiche8,8
  • Design8,8
  • Prestazioni9,2
  • Qualità prezzo9,2
Pro

Display 120Hz, autonomia, qualità/prezzo

Contro

Assenza espansione di memoria, no OLED, no teleobiettivo

Di , 13 Luglio 2020

Negli ultimi mesi realme si è dimostrata piuttosto prolifica nel lanciare diversi modelli di smartphone in grado di coprire diverse fasce di utilizzo e di prezzo, mantenendo invariati l’ottimo rapporto qualità-prezzo e le buone caratteristiche tecniche. E dopo un flagship 5G come il realme X50 Pro arriva un nuovo device dotato di connettività di ultima generazione, ad un prezzo veramente alla portata di tutti. Abbiamo provato il realme X50 5G.

Confezione e Design ()

La confezione di vendita è ormai la consueta a cui realme ci ha abituato con tutti i suoi modelli, e comprende lo smartphone, un caricabatteria Dart da 30W, un cavo USB-C, una cover trasparente in silicome, la pellicola pre-applicata sul display, lo strumento estrattore della SIM e la manualistica.

La struttura dello smartphone è praticamente identica a quella del già testato realme X3 SuperZoom: frame in metallo ricoperto su entrambi i lati in Gorilla Glass 5, dimensioni di 163,8×75,8×8,9mm e peso di 202 grammi, display IPS da 6,57” a 120Hz con foro per la doppia fotocamera frontale, risoluzione FHD+, rapporto 20:9 e certificazione HDR10+.

Sulla parte posteriore è presente la quad-camera con flash dual LED, mentre ai lati troviamo: in alto un microfono per la cancellazione dei rumori; a destra il pulsante di accensione con sensore d’impronta integrato; a sinistra i tasti volume; in basso la porta USB-C, l’altoparlante, il microfono principale e lo slot per la doppia nano SIM.

Scheda tecnica ()

All’interno del terminale troviamo il processore Qualcomm Snapdragon 765G, octa-core fino a 2,4GHz con architettura a 7nm e grafica Adreno 620, corredato da 6GB o 8GB di RAM e 128GB di memoria di archiviazione UFS 2.1 non espandibile. Presente poi il sistema di raffreddamento Cooling 3.0 con doppio strato di grafite e camera a vapore.

Il modulo fotografico principale è composto da quattro fotocamere: una principale da 48MP (Sony IMX586 con apertura f/1.8, pixel da 0,8µm, pixel binning 4-in-1, focale equivalente di 25mm, e PDAF), una ultra-grandangolare da 8MP (con apertura f/2.3, pixel da 1,12µm e visione di 119°), un ultra-macro da 2MP (con apertura f/2.4, pixel da 1,75µm e scatti da 4cm) ed un sensore di profondità monocromatico da 2MP per i ritratti (con apertura f/2.4 e pixel da 1,75µm). Non manca la modalità Super Nightscape, mentre i video possono arrivare a [email protected] con doppia stabilizzazione elettronica Ultra Steady e Ultra Steady Max.

La dual selfie-camera, con supporto al face-unlock, è invece composta da un sensore principale da 16MP (Sony IMX471 con apertura f/2.0, pixel da 1µm, binning 4-in-1, focale equivalente di 26mm per una visione di 79,3° e fuoco fisso) ed un sensore di profondità da 2MP (con apertura f/2.4 e pixel da 1,75µm). I video possono arrivare fino a [email protected] e supportano lo slow-motion a 120fps.

Il resto delle specifiche comprende un singolo altoparlante con amplificatore lineare 1216 dedicato, certificazione Hi-Res Audio e Dolby Atmos; connettività WiFi 5 (ac) dual-band, Bluetooth 5.0, NFC, Miracast, GPS dual-band/A-GPS/Glonass/Galileo/BDS; supporto alle reti mobili 5G sub-6 NSA e 4G LTE con aggregazione di bande (4G+); sensori di luminosità, prossimità, accelerometro, giroscopio, magnetometro e contapassi.

La batteria da 4200mAh ai polimeri di litio supporta la ricarica Dart da 30W (5V/6A) in grado di ricaricare lo smartphone da zero al 70% in 30 minut e fino al 100% in 55 minutii, mentre il sistema operativo è l’ormai consolidata realme UI 1.0 basata su Android 10.

Prezzo ()

Il nuovo realme X50 5G è disponibile a partire dal prossimo 17 luglio, nelle colorazioni Jungle Green e Ice Silver al prezzo consigliato di €369,90 per la versione da 6+128GB e di €389,90 per la versione da 8+128GB.

Recensione ()

Dopo aver presentato il suo X50 5G in Cina lo scorso gennaio, realme porta lo smartphone 5G anche in Europa ma in una configurazione riveduta e corretta probabilmente per posizionarsi meglio nel puzzle dei modelli già presenti nel nostro mercato e per portare il prezzo ad un livello ancora più competitivo. E così troviamo una fotocamera che perde il teleobiettivo e riduce la conta dei megapixel, pur mantenendo una buona resa fotografica.

Come dicevamo in apertura, molte caratteristiche replicano alla perfezione quelle già viste su X3 SuperZoom, a partire dal design – ormai comune a molti modelli – e al display, che pur non essendo un AMOLED riesce a fornire buone immagini luminose e fluide, grazie al refresh a 120Hz. Peccato non poter usufruire del display always-on, ma l’esperienza visiva è decisamente valida.

Come valida è l’esperienza multimediale: l’audio, sebbene da un singolo altoparlante, ha volume alto e bassi corposi, e grazie alla presenza del Dolby Atmos produce una spazialità che coinvolge durante la visione di film e video. Ottima anche la resa in cuffia, utilizzando auricolari Bluetooth.

Veloci e precisi gli sblocchi biometrici, sia con impronta digitale che con riconoscimento del volto, e soddisfacenti anche le prestazioni grazie all’ottimo processore SD765G di Qualcomm. Anche durante un uso più intenso non abbiamo riscontrato rallentamenti né surriscaldamenti, ma anche il consumo energetico è sempre stato sotto controllo riuscendo a farci arrivare a quasi due giorni di utilizzo completi. E per quando abbiamo bisogno di energia ci viene incontro la ricarica rapida Dart, che riesce a ricaricare il terminale in tempi sorprendentemente rapidi.

Anche la resa fotografica non delude. Le foto sono ricche di dettagli e con un basso livello di rumore, e sebbene in alcuni casi la saturazione possa sembrare elevata basta poco per correggere i valori e ottenere scatti di qualità apprezzabile. La fotocamera principale da 48MP è ormai ben collaudata, ma anche l’ultra-grandangolo e la macro fanno bene il loro lavoro. Ritroviamo la doppia stabilizzazione elettronica sui video, che produce filmati ben fermi anche con tremolii accentuati, senza farci rimpiangere l’OIS di modelli ben più costosi.
Gradevoli anche gli scatti in notturna, ma peccato che non ritroviamo la modalità Astro vista in X3 SuperZoom.

La selfie-cam invece guadagna i video in slow-motion, per clip particolarmente creative, e riesce a produrre buoni ritratti grazie alla presenza del secondo sensore.

Sulle connessioni dati, come anche sulla qualità delle chiamate, non abbiamo nulla da evidenziare, con risultati validi come già visto per gli altri modelli della casa cinese. Stessa cosa possiamo dire del software, con una realme UI che piace e si dimostra leggera e funzionale.

In conclusione X50 5G rappresenta un altro buon risultato da realme, che abbassa l’asticella del prezzo dei terminali 5G e ci propone quello che – ad oggi – è lo smartphone 5G più economico sul mercato.