QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy S10+: stellare, come il prezzo

Il Samsung Galaxy S10+, nuovo top di gamma coreano, ha specifiche esclusive quali un massimo di 12GB di RAM, fino a 1 TB di ROM e 5 fotocamere.

A partire da

€ 1.029

In offerta su Amazon

€ 753

Giudizi
  • Caratteristiche9,7
  • Design9,8
  • Prestazioni9,7
  • Qualità prezzo9,3
Pro

Ottimi display, speaker, design

Contro

Autonomia solo nella media, prezzo stellare

Di , 29 Marzo 2019

Samsung ha annunciato la serie Galaxy S10 durante un evento Unpacked 2019 del 20 febbraio. Il modello con un numero maggiore di novità, nonché quello più costoso, è il Galaxy S10+. Lo smartphone si distingue per la presenza di un ampio schermo da 6,4 pollici, una dotazione di RAM fino a 12 GB e cinque fotocamere, due frontale e tre posteriori. Il nuovo top di gamma del produttore coreano può essere acquistato in Italia dall’8 marzo.

Design ()

Il Galaxy S10+ possiede un telaio in alluminio (frame) e vetro (cover), resistente all’acqua e alla polvere (certificazione IP68). Caratteristica comune della serie è lo schermo Infinity-O. Invece di adottare il tradizionale notch, Samsung ha preferito praticare un piccolo foro nel pannello Dynamic AMOLED in corrispondenza della fotocamera frontale (in alto a destra). Dato che il Galaxy S10+ ha due fotocamere frontali, la forma è leggermente allungata in orizzontale.

Le cornici sono state ridotte al minimo, utilizzando un display curvo su entrambi i lati. Sul retro ci sono le tre fotocamere, il flash LED e il cardiofrequenzimetro, mentre il lettore di impronte digitali ad ultrasuoni è nascosto sotto il vetro che protegge lo schermo. Lungo il bordo inferiore ci sono la porta USB Type-C, la griglia dell’altoparlante e il jack audio da 3,5 millimetri. I colori disponibili sono cinque: Prism White, Prism Black, Prism Green, Ceramic Black e Ceramic White. Dimensioni e peso sono 157,6×74,1×7,8 millimetri e 175 grammi (Ceramic: 198 grammi).

Fotocamere ()

Il Galaxy S10+ ha tre fotocamere posteriori con Dual OIS (stabilizzazione ottica delle immagini). Samsung ha scelto un sensore principale da 12 megapixel con autofocus Dual Pixel, abbinato ad un obiettivo con apertura variabile (f/1.5-2.4). Il secondo sensore da 16 megapixel è abbinato ad un obiettivo ultra grandangolare con apertura f/2.2, mentre il terzo da 12 megapixel è abbinato ad un teleobiettivo con apertura f/2.4 e zoom ottico 2x.

La fotocamera frontale da 10 megapixel (f/1.9) è invece affiancata da una fotocamera da 8 megapixel (f/2.2) che viene sfruttata per rilevare la profondità e applicare l’effetto bokeh in tempo reale. Samsung ha migliorato le funzionalità Ottimizzazione Scene e Suggerimenti Scatti, aggiungendo inoltre la registrazione video 4K anche per la fotocamera frontale, la modalità Super Steady che elimina i tremolii e il Super Slow Motion a 960 fps.

Scheda tecnica ()

Il Galaxy S10+ possiede uno schermo Dynamic AMOLED da 6,4 pollici con risoluzione Quad HD+ (3040×1440 pixel), processori Exynos 9820 e Snapdragon 855, 8/12 GB di RAM, 128/512/1024 GB di storage, espandibili con slot microSD. La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11ax, Bluetooth 5.0, GPS, Galileo, NFC, ANT+ e LTE Cat. 20 (2Gbps/150Mbps). La batteria da 4.100 mAh supporta la ricarica rapida e la ricarica wireless, anche inversa (PowerShare), quindi può caricare altri dispositivi, come gli auricolari Galaxy Buds.

Gli altoparlanti stereo sono stati progettati da AKG e supportano l’audio Dolby Atmos. Il sistema operativo è Android 9 Pie con la nuova interfaccia One UI. L’assistente personale Bixby, attivabile anche tramite il pulsante dedicato, riconosce la lingua italiana.

Prezzo ()

Il Galaxy S10+ può essere acquistato direttamente sul sito Samsung, su Amazon, nei principali negozi dell’elettronica di consumo e tramite gli operatori telefonici. I prezzi sono 1.029,00 euro (8GB+128GB, colori Prism White, Prism Black e Prism Green), 1.279,00 euro (8GB+512GB, colori Ceramic Black e Ceramic White) e 1.639,00 euro (12GB+1TB, colori Ceramic Black e Ceramick White).

Recensione Samsung Galaxy S10+ ()

Il giudizio relativo a uno smartphone come il Galaxy S10+ è estremamente complicato da esprimere, poiché il prezzo di listino a cui è proposto deve necessariamente giustificare dei valori aggiunti rilevanti.

Spendere tra i 1000€ e i 1200€ per uno smartphone deve tradursi nell’ottenimento di un prodotto nonché di servizi di altissimo livello e di tecnologie di ultima generazione.

Samsung Galaxy S10+ sopravvive alle aspettative. In tutti i reparti.

Design

Il design è inequivocabilmente elegante e permette di avere un grip solido, anche quando le mani sono sudate o lo smartphone risulta sporco. C’è ancora il jack, che non dispiace se mantiene lo spessore contenuto.

Schermo

Il display da 6.4″ contribuisce certamente all’ingombro, ma che lo si aspetta. Come punto a favore, lo schermo è sufficientemente grande da permette una visione ottimale di serie TV, film e contenuti multimediali senza provocare affaticamento alla vista.

In alcune app, inoltre, è disponibile la modalità di visualizzazione in Ultra HD con HDR, per esempio con Amazon Prime Video e Netflix.

Tramite le impostazioni è possibile modificare la risoluzione dello schermo, Full HD+ (2280×1080) per default. Impostando una risoluzione inferiore, HD+ a 1520×720, è possibile ovviamente ridurre i consumi, a discapito però di un dettaglio dell’immagine visibilmente più sgranato. La differenza, invece, con la risoluzione massima, WQHD+ a 3040×1440, non si nota particolarmente, a discapito invece di un consumo maggiore e di una scarsa compatibilità con gran parte delle applicazioni. Non è chiaro quindi il motivo dell’utilizzo di una risoluzione così alta che non ha miglioramenti sensibili della performance complessiva.

Autonomia

L’autonomia è molto, molto buona: sebbene ci si possa aspettare leggermente di più ormai da top di gamma con capacità della batteria superiore a 4000 mAh, Galaxy S10+ promette circa 20 ore di autonomia complessiva in modalità energetica ottimizzata.

I test sono stati condotti con un utilizzo intenso di app di messaggistica istantanea come Telegram e Whatsapp, che hanno consumato batteria per circa 20-25 minuti in attivo e 2 ore in background; app di social network come Instagram, Facebook e Linkedin per un totale di circa 1 ora in attivo e 40 minuti in background, circa 10 min in attivo e 40 minuti in background per Google Maps e Waze, circa 45 minuti di app di navigazione web come Google Chrome e Brave e 20 minuti di chiamate.

Fotocamera Samsung Galaxy S10+

L’aspetto probabilmente più rilevante in questo preciso periodo storico, è il reparto fotografico: anche Samsung decide di partecipare alla corsa per il numero di fotocamere, ma il senso e lo scopo che viene fornito a 3 sensori più 1 (il Time of Flight) è quello di catturare le immagini a diverse ampiezze: l’app fotocamera è provvista di 3 pulsanti che servono a questo scopo.

Da sinistra verso destra, il grandangolo (zoom 0,5x), la modalità normale e quella in zoom ottico 2x. È impressionante notare come in tutti i casi non ci sia una significativa variazione nella cattura della luce ma solo del rumore (in realtà solo in condizioni di scarsa luminosità in luoghi chiusi). In generale, però, le foto appaiono con una saturazione più bassa rispetto a smartphone come quelli della gamma Mate e P di Huawei.

Le registrazioni video avvengono in ottima qualità fino alla risoluzione 4K: il focus è continuo e pressoché istantaneo, la resa cromatica con un ottimo bilanciamento.

Audio

Un valore aggiunto, che ormai molto spesso viene tralasciato, è la qualità degli speaker. Il suono è molto potente e ben bilanciato: gli alti non gracchiano e i medi e i bassi sono correttamente riprodotti, ad un volume estremamente alto.

È possibile sentire chiaramente la musica in riproduzione a 7-8 metri di distanza in un luogo chiuso, e a 4-5 metri di distanza in un luogo aperto.

Tuttavia, il volume è talmente alto che lo smartphone vibra sensibilmente su tutta la superficie, rendendo fastidioso tenerlo poggiato sulla mano mentre, per esempio, si guardano video.

I difetti del Samsung Galaxy S10+

Unico peccato capitale davvero evidente: il riconoscimento facciale, che sblocca lo smartphone anche se davanti c’è una semplice foto. Se si configurano entrambi i sistemi di riconoscimento (impronta sotto il display e faccia), il secondo sbloccherà quasi sempre per primo, dando la possibilità quindi di aggirare il blocco con una semplice foto.

Conclusioni

Nel complesso, Galaxy S10+ è uno smartphone senza dubbio ottimo: tutte le caratteristiche al posto giusto, fotocamera ottima, ma con alcuni difetti qui e lì che potrebbero mettere in discussione l’acquisto a un prezzo di listino superiore ai 1100€.

In realtà, poi, l’S10+ è disponibile presso rivenditori online a un prezzo che si aggira anche intorno ai 950€ e che probabilmente scenderà progressivamente già nei prossimi 3-6 mesi.

Comprare S10+ oggi a 1100-1200€ potrebbe risultare eccessivo, ma un domani il rapporto qualità-prezzo potrebbe cambiare drasticamente così come il valore dell’investimento.