QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy Tab 3 8.0: multimedia fuori e dentro casa

Samsung Galaxy Tab 3 8.0 è un tablet Android compatto e leggero che mira a una ricca esperienza multimediale integrabile anche nell’home entertainment.

Prezzo

€ 329

Giudizi
  • Caratteristiche8,5
  • Dimensioni8
  • Prestazioni8
  • Qualità prezzo8,5
Pro

Design leggero e compatto, schermo luminoso, ricchezza dei contenuti multimediali, slot microSD per schede sino a 64 GB

Contro

Qualità delle fotocamere sotto la media, potenza di calcolo solo nella media

Di , 26 Luglio 2013

Terza generazione

Galaxy Tab 3 8.0 rappresenta la terza generazione di tablet Samsung, che di fatto è declinata in tre modelli, secondo la diagonale dello schermo: 7, 8 e 10,1”. Ciascuno ha caratteristiche distintive e per questo è unico.

Il più accattivante, sia per design sia per funzionalità, è appunto l’intermedio, Samsung Galaxy Tab 3 8.0, che andiamo a provare in anteprima nella versione Wi-Fi (è disponibile anche con slot per microSIM 3G).

Il Galaxy Tab 3 8.0 sfoggia, per l’appunto, un luminoso display TFT touch con diagonale da 8” e risoluzione di 800×1.280 pixel. Il cuore del dispositivo è, invece, il sistema operativo Android 4.2.2 Jelly Bean con interfaccia utente Samsung TouchWiz, alimentato da un processore Exynos 4 dual core da 1,5 GHz, una gradita evoluzione dalla precedente serie di tablet Samsung, affiancato da un taglio strano per la memoria: 1,5 GB di RAM.

Design

L’obiettivo dichiarato di Samsung è quello di massimizzare la dimensione del display in un design estremamente compatto e leggero, così come fatto con lo smartphone Galaxy S4. Il risultato è un soddisfacente compromesso per chi cerca una grandissima maneggevolezza unita a una soddisfacente fruizione di contenuti multimediali.

Galleria di immagini: Samsung Galaxy Tab 3 8.0, le foto

Le dimensioni sono realmente contenute, così come il peso: il Galaxy Tab 3 8.0 misura 209,8×123,8×7,4 mm e pesa 314 grammi. La cover posteriore è in materiale plastico di buona qualità, così come le finiture sono ottime. Nel complesso, si tratta di un tablet dal design originale, ma non troppo, sottilissimo, ben bilanciato, che si tiene comodamente con una mano sola senza stancare.

Hardware

Samsung Galaxy Tab 3 8.0

Anche se il comparto hardware non è all’ultimo grido, non contemplando quindi una potente CPU quad core come troviamo, ad esempio, sull’Asus Nexus 7, il processore di casa Samsung svolge come da copione il suo compito, permettendoci di muoverci tra schermate e applicazioni senza sgraditi rallentamenti o lag. Solo nei videogiochi più esosi di risorse hardware notiamo performance leggermente sotto tono, fermo restando l’ottimo lavoro svolto dal sottosistema grafico Mali T400MP4 quad core in termini di qualità della visualizzazione.

Tutto il comparto hardware rientra nella norma di un tablet mid-range, infatti, troviamo 16 GB di spazio per l’installazione di app e l’archiviazione di documenti e file multimediali, con la possibilità di espandere la capacità di memorizzazione grazie all’ormai indispensabile slot per schede microSD, per ulteriori 64 gigabyte.

La connettività è all’altezza delle aspettative, con il supporto di Bluetooth 4.0 LE e delle reti wireless Wi-Fi di classe n. Non manca l’antenna GPS integrata, accompagnata dalla tradizionale serie di sensori (giroscopio, accelerometro, bussola digitale).

Sul Samsung Galaxy Tab 3 8.0 troviamo anche due fotocamere, una posteriore da 5 megapixel con flash, dalla qualità adeguata per la condivisione sul Web e sui social network, e una frontale da 1,3 megapixel, appena sufficiente per le chat video.

La gestione del risparmio energetico è efficiente, con un’autonomia di circa una giornata per un utilizzo intenso in ambito multimediale, connessi alla rete Wi-Fi.

Software

I veri miglioramenti rispetto la serie precedente si hanno nell’esperienza d’uso del Galaxy Tab 3 8.0, soprattutto in ambito multimediale e all’interno dell’ecosistema di dispositivi Samsung (smartphone, notebook, tablet, SmartTV).

La testa di ponte per il nuovo approccio condiviso di Samsung è stato lo smartphone Galaxy S4, con un notevole potenziamento delle capacità di condivisione wireless tra varie piattaforme che non avevano necessariamente in comune lo stesso sistema operativo. Per il Galaxy S4 si trattava, in particolare, di Group Play e ChatOn, due ottimi esempi di un riuscito e funzionale ecosistema. Qui ritroviamo la prima, pensata per la musica, affiancata dall’inedita Story Album, dedicata a foto e video.

Samsung Galaxy Tab 3 8.0

Samsung è andata oltre con il Galaxy Tab 3: infatti, il dispositivo, integrato nella rete Wi-Fi domestica, comunica facilmente con la SmartTV, a partire dal semplice mirroring dei contenuti sul grande schermo, finendo con la funzione di telecomando universale e di guida TV multimediale, grazie al servizio WatchON (disponibile anche sul Galaxy Tab 3 10,1).

Il produttore coreano spinge decisamente sul versante multimediale e ludico, integrando i servizi Video Hub, Music Hub e Games Hub, che abilitano l’accesso a una ricca videoteca di film e telefilm (in risoluzione standard e HD), un altrettanto ricco store di brani musicali da acquistare o ascoltare in streaming e un catalogo di videogiochi. La pietanza è particolarmente ricca, grazie anche all’accordo con RCS per la lettura in esclusiva e in regalo di un anno per le edizioni digitali del Corriere della Sera e della Gazzetta dello Sport, della app Cucchiaio d’Argento per gli appassionati di cucina e della Topolino App per i più piccoli (in esclusiva per sei mesi), oltre a una serie di contenuti multimediali Disney.

Interfaccia utente

Chi possiede già un dispositivo Samsung di ultima generazione si troverà subito a proprio agio con il Samsung Galaxy Tab 3 8.0, ma anche chi ha meo esperienza troverà che la navigazione e la scelta dei contenuti avviene nella massima semplicità, merito dell’interfaccia utente, facile e intuitiva.

Particolarmente accattivante è la funzione Multi Schermo, per dividere il display in due porzioni distinte, così da eseguire in contemporanea due operazioni, come consultare un social network e guardare un video, con ogni finestra facilmente ridimensionabile. C’è anche Smart Stay, che aveva fatto la sua comparsa sul Galaxy S4: in pratica, usando la fotocamera frontale, il tablet rileva se gli occhi stanno guardando lo schermo, così da mettere in pausa il video che stavamo riproducendo.

Samsung Galaxy Tab 3 8.0

In ambito di funzionalità più tradizionali, la modalità lettura è stata potenziata, con una retroilluminazione del display che si adatta al meglio alle diverse condizioni di luce, così da migliorare il comfort.

Rischia di passare inosservata l’interfaccia della fotocamera, poiché tra i compiti primari di un tablet non rientra quello di scattare foto e girare video, ma anch’essa è stata rivista e resa più moderna e funzionale.

Per finire, come su altri dispositivi Samsung, troviamo ben 50 GB di storage gratuito sul cloud di Dropbox, per due anni dall’attivazione dell’account.

Conclusioni

La gamma Galaxy Tab 3 è un importante aggiornamento della famiglia di tablet Samsung, con un design migliorato che massimizza la dimensione del display senza impattare sulle dimensioni e sul peso, un aspetto particolarmente evidente su questa versione intermedia, con schermo da otto pollici.

Oltre a ciò, il Samsung Galaxy Tab 3 8.0 si pone come validissimo dispositivo multimediale da integrare all’interno dell’ecosistema Samsung domestico, grazie all’immediatezza con cui si fruiscono e si condividono contenuti multimediali tra smartphone, tablet, notebook e SmartTV.

Nel complesso, non è stato trascurato alcun aspetto, sia per completezza delle app sia per la ricchezza dei contenuti multimediali. Peccato solo per il comparto hardware nella media. Infatti, con un processore più potente, le performance ne avrebbero tratto gran beneficio facendo di questo Galaxy Tab 3 8.0 il vero punto di riferimento del mercato nella categoria degli otto pollici.