novità

Sony Ericsson Aspen

  • Prestazioni
  • tastiera fisica
  • GPS
  • soluzioni ecocompatibili GreenHeart
  • Windows Mobile è ormai superato
Il giudizio di Webnews: 9,0

Primo impatto

Il Sony Ericsson Aspen è uno smartphone basato su Windows Mobile e destinato, prevalentemente, al mercato business. È dotato di tastiera QWERTY fisica e di touchscreen. Nonostante il boom dei terminali basati su Android e l’arrivo, nei prossimi mesi, dell’erede di Windows Mobile, Sony Ericsson dimostra di voler ancora puntare sull’ormai datato sistema operativo Microsoft. Il risultato è un dispositivo completo, forse poco originale, ma con qualche soluzione interessante.

Il Sony Ericsson Aspen mostra delle linee abbastanza nette e squadrate, ma continuando a mantenere quell’eleganza che contraddistingue gran parte dei prodotti del costruttore nippo-svedese. Non sono molti i modelli con tastiera QWERTY e touchscreen, almeno con Windows Mobile, quindi il Sony Ericsson Aspen guadagna quel tocco di esclusività che non guasta mai.

Inoltre l’Aspen appartiene alla linea GreenHeart che contraddistingue quei prodotti per i quali sono state fatte delle precise scelte in termini ambientali. Quindi, via libera alla plastica riciclata, ai manuali solo in formato elettronico, alle vernici ad acqua, all’imballaggio ridotto, agli alimentatori ad alta efficienza e alla riduzione/eliminazione delle sostanze pericolose. È sicuramente un’iniziativa lodevole che ci auguriamo sia ripresa anche da altri costruttori.

Hardware

Dedizione ambientale a parte, il Sony Ericsson Aspen appare come un terminale ben assemblato e di dimensioni abbastanza compatte (117x60x12,45 mm e 130 gr). La sua conformazione è tale da rendere salda l’impugnatura, requisito fondamentale nell’utilizzo a una mano durante la digitazione con la tastiera fisica. 

Sony Ericsson Aspen Black

La tastiera impone, tuttavia, l’adozione di uno schermo che appare un po’ sacrificato per quanto riguarda la grandezza. Si tratta di un pannello da 2,4 pollici e 320×240 pixel di buona qualità, ma che qualcuno potrebbe giudicare un po’ troppo piccolo. Il touchscreen, essendo di tipo resistivo, praticamente impone l’utilizzo del pennino che è alloggiato in un’apposita feritoia, nella parte posteriore.

Il Sony Ericsson Aspen possiede una dotazione hardware complessiva apprezzabile: supporto reti GSM/GPRS/EDGE (850/900/1800/1900 MHz), UMTS (900/2100 MHz), HSDPA (fino a 7,2 Mbps in download), Bluetooth e Wi-Fi (802.11 b/g). Poi ancora aGPS e radio FM con RDS.

È presente anche una fotocamera, ma da soli 3,2 megapixel, con autofocus e zoom digitale 4x. Manca, invece, la fotocamera frontale per le videochiamate.

Software

Il Sony Ericsson Aspen monta l’ultima versione disponibile di Windows Mobile, per precisione la 6.5.3, ma non dovrebbe beneficiare di alcun aggiornamento al futuro Windows Phone 7… Il sistema operativo è ormai ben noto, con i suoi pregi e i suoi difetti. Tra i secondi, sicuramente, l’interfaccia poco adatta a un terminale mobile.

Per questo motivo, Sony Ericsson ha provveduto ad arricchire la dotazione di serie, con una serie di software che tendono a colmare alcune lacune del sistema operativo, attraverso l’interfaccia a pannelli già introdotta con l’Xperia X1. In particolare ci riferiamo a SPB Mobile Shell, una versione migliorata della schermata “Oggi”. Non dimentichiamo, poi, il pannello Facebook, ormai d’obbligo di questi tempi, ma altri pannelli possono essere scaricati direttamente dal sito Sony Ericsson.

La gestione della posta aziendale su server Exchange, vista la vocazione aziendale, non pone particolari problemi, mentre la gestione dei file Office è quella classica dei Windows Mobile, quindi molto buona.

Ultime considerazioni

Nell’utilizzo quotidiano, con il Sony Ericsson Aspen abbiamo continuato ad apprezzare alcune peculiarità di Windows Mobile, come il multitasking e il parco di applicazioni disponibili, ma abbiamo anche continuato a criticare la necessità di un numero esagerato di tocchi sullo schermo per accedere a tutte le funzionalità del terminale.

Durante le conversazioni, l’audio rimane sempre di buona qualità così come anche la ricezione. L’autonomia, come per tutti i terminali di questo tipo, è molto legata al tipo di utilizzo, ma si riesce tranquillamente a portare a termine una intensa giornata lavorativa, a patto di non esagerare con il Wi-Fi.

In conclusione, il Sony Ericsson Aspen è un ottimo terminale business, completo a livello hardware anche se non spicca per innovazione. La presenza di Windows Mobile, nonostante la personalizzazione Sony Ericsson, potrebbe renderlo superato nei prossimi mesi, con l’uscita dei primi terminali Windows Phone 7… Se non si è alla ricerca dell’ultima novità e non si è influenzati dalle tendenze del mercato, è sicuramente una soluzione da tenere in considerazione.

Altre recensioni Tutte le recensioni