novità

23andme

23andMe è un progetto fondato da Anne Wojcicki, moglie del co-fondatore di Google Sergey Brin. L’azienda permette di svolgere analisi genetiche inviando campioni di saliva e consultando quindi le caratteristiche del proprio DNA online. Con l’avanzare della ricerca genetica, 23andMe offre ai propri clienti uno spaccato delle caratteristiche del patrimonio genetico ed offre soluzioni “social” per condividere le proprie esperienze e contribuire alla decodifica del codice incrociando ricerca, esperienze e valutazioni. L’azienda ha assunto particolare importanza per l’importante investimento monetario di Google e dello stesso Brin, il quale cerca nell’azienda della moglie una soluzione per la propria predisposizione genetica al Morbo di Parkinson Link ufficiale

Calico amaro
Google

Calico amaro

Google annuncia Calico: opererà nel mondo delle biotecnologie per migliorare il benessere e combattere le malattie. Molti i dubbi, poche le certezze.

Il caso 23andMe
Web e Social

Il caso 23andMe

Chi si ricorda di 23andMe? Ne parlammo approfonditamente a suo tempo prima con una prova sul campo, poi con un’analisi approfondita delle sue connessioni con Google, infine con l’approfondimento sui legami (anche finanziari) tra l’azienda e Sergey Brin e la sua ammissione legata al Parkinson.La 23andMe è tornata alla ribalta nel momento in cui alcuni

deCODEme lancia la sfida a 23andMe
Software e App

deCODEme lancia la sfida a 23andMe

La deCODEme lancia una sfida alla rivale 23andMe: ogni cliente dell’azienda rivale potrà portare gratis i dati del proprio DNA sul database deCODEme ottenendo una analisi gratuita. Il DNA si trasferisce come fosse l’elenco dei contatti di Gmail

deCODE Genetics in bancarotta
Web e Social

deCODE Genetics in bancarotta

deCODE Genetics è uno di quei gruppi che, nati negli anni scorsi, ha tentato la coraggiosa via dell’analisi genetica per permettere agli utenti di monitorare lo screening del proprio DNA alla ricerca di imperfezioni, caratteristiche, predisposizioni a maturare eventuali malattie. L’ordine via Web, un piccolo campione di saliva in una provetta, la spedizione, quindi i

Linda Avey lascia: 23andMe è sempre più Google
Business

Linda Avey lascia: 23andMe è sempre più Google

Linda Avey ha avvertito la necessità di lasciare 23andMe per permettere al gruppo di continuare a crescere in questo momento che definisce critico. Il gruppo di ricerca sul DNA, dunque, perde una cofondatrice e vede sempre più influente il peso di Google

Creative Commons, un affare di famiglia
Web e Social

Creative Commons, un affare di famiglia

Sergey Brin e Anne Wojcicki: moglie e marito, colleghi e compagni di impresa, hanno stanziato mezzo milione di dollari per aiutare le attività dell’organizzazione che promuove la cultura delle Creative Commons. Organizzazione guidata dalla madre di Anne

Dichiarazione online dei diritti del paziente
Software e App

Dichiarazione online dei diritti del paziente

Microsoft, Google e 23andMe hanno firmato una dichiarazione pubblica per garantire agli utenti il massimo controllo sui dati che concernono la propria salute fisica. Trattasi di principi basilari che il comparto intende garantire con chiarezza all’utenza

Google, altro denaro per 23andMe
Business

Google, altro denaro per 23andMe

3.9 milioni prima, 2.6 milioni ora: Google continua a foraggiare le casse 23andMe unendo i propri fondi a quelli già infusi da Sergey Brin. Google affitterà anche alcune strutture all’azienda fondata dalla moglie di Brin stesso. Ma non è solo investimento

23andMe in difficoltà, ma si regge su Google
Software e App

23andMe in difficoltà, ma si regge su Google

23andMe ha raccolto ulteriori 11 milioni di dollari da Google per poter supportare le proprie attività. La quasi totalità degli investimenti giunge oggi proprio da Google, senza cui 23andMe sarebbe in grave difficoltà. Ma i problemi sono comunque molti