STARTUP BUS NEWS
QR code per la pagina originale

ComScore: Google cresce anche a Marzo

Cresce l'utilizzo dei motori di ricerca nel mese di Marzo con ben 14,3 miliardi di query effettuare. Google mantiene alta la propria leadership seguito da Yahoo e Microsoft. La fotografia della situazione è scattata come di consueto da ComScore

,

Comscore, gruppo specializzato in analisi e statistiche relative al traffico sul Web, mostra un mercato USA legato ai motori di ricerca altamente vitale e in continuo fermento: sono ben 14,3 miliardi infatti le query effettuate nel solo mese di marzo, con una crescita di ben 9 punti percentuali rispetto a febbraio. Senza eccessivi scossoni in grado di alterare l’equilibrio delle parti, il mercato dei motori di ricerca si presenta come di consueto capitanato da Google, seguito da un Yahoo in leggerissimo calo e da Microsoft.

Google cattura nel mese di marzo il 63,7% di share con una crescita di 0,4 punti percentuali rispetto al 63,3% ottenuto nel mese di febbraio; tra tutte le query effettuare, ben 9,1 sono quindi passate attraverso Mountain View (il dato considera l’intero insieme dei siti di Google, ivi compreso YouTube). Yahoo mostra una flessione dello 0,1% passando dal 20,6% relativo al mese di febbraio al 20,5, catturando così 2,9 miliardi di query. Microsoft aumenta la sua fetta di utilizzo dello 0,1% raggiungendo così uno share pari all’8,3% e mostrandosi capace di veicolare 1,2 miliardi di richieste. Seguono ai tre big della ricerca Ask Network e AOL, con una percentuale pari rispettivamente al 3,8% (-0.3% rispetto al mese di febbraio) e 3,7% (-0,2), ovvero 547 e 529 milioni di ricerche.

ComScore ha inoltre effettuato una analisi delle “top properties” maggiormente esplicativa, denotando ad esempio quanto YouTube pesi sul computo totale della valutazione di Google (3 miliardi di query su 12) e quanto MySpace significhi per l’intero gruppo Fox Interactive Media. Craiglist assomma 559 milioni di query (+9%), Facebook 246 milioni (+19%), Amazon 191 milioni (+12%). Un solo dato va in negativo per il mese analizzato: Ask.com vede le query composte sul suo motore scendere dell’1%, passando da 384 a 382 milioni.

Commenta e partecipa alle discussioni