QR code per la pagina originale

Google Docs anche su Android, iPhone ed iPad

Google ha aperto anche ai dispositivi mobile con interfaccia touchscreen la produttività "on the go" su Google Docs

,

Google annuncia un importante passo avanti per la produttività “on the go” di cui intende dotare le proprie soluzioni “software-as-a-service”. La filosofia Google, del resto, è ormai nota da tempo: la produttività si sposta nel cloud, i dispositivi mobile debbono potervi interagire e l’istantaneità diventa una caratteristica fondamentale in ogni tipo di collaborazione, condivisione e comunicazione. Google ha ora incarnato questi principi all’interno del proprio Google Docs, il che svincola il servizio dalla postazione desktop per trasformarlo in qualcosa di nuovo, sempre accessibile e sempre fruibile tanto in lettura quanto in scrittura. Anche su Android, iPhone ed iPad

L’annuncio Google è duplice: da una parte si sottolinea la possibilità di interagire con i documenti tramite smartphone, partendo ovviamente dall’esercito Android; dall’altra si specifica invece come anche i tablet siano della partita, permettendo così a qualsiasi dispositivo touchscreen di modificare i documenti a colpi di “tap”. Invece di mille parole, infine, ecco un video del tutto esplicativo nel quale è possibile vedere le dita muoversi tra tabelle e file di testo, interazioni in sincrono e dettatura vocale di contenuti testuali, il tutto agendo sui medesimi file creati da desktop e fino ad oggi accessibili in editing solo tramite le postazioni tradizionali:

Google spiega di aver aperto tale possibilità a tutti i device con Android 2.2 (Froyo) e tutti i dispositivi iOS 3.0 e superiori, iPad incluso. Tale funzione sarà sbloccata al momento soltanto sugli utenti che utilizzano l’interfaccia in lingua inglese per poi progressivamente estendere la portata dell’offerta.

La novità è sicuramente di tutta importanza soprattutto per le ambizioni enterprise di Google: con questo servizio il gruppo è in grado di promettere produttività continuativa senza limiti di tempo, device, o cos’altro: un dispositivo di ultima generazione ed un collegamento alla rete sono tutto quel di cui necessita Google Docs per aprire all’utente il pieno controllo dei propri file.

Google Docs su iPad

Google Docs su iPad

Fonte: Google Mobile Blog • Notizie su: