QR code per la pagina originale

Google Docs è un po’ più social

Google sta per introdurre su Google Docs alcune funzionalità tali da consentire una miglior collaborazione sui documenti.

,

Google ha introdotto una nuova funzionalità che consente di moltiplicare la collaborazione possibile sui documenti Google Docs. Trattasi di un sistema di discussione asincrono con il quale è possibile commentare ogni singolo aspetto delineato sul documento, il tutto con una facilitazione estrema delle modalità di comunicazione relative al documento su cui si sta lavorando.

Ad ogni messaggio immesso, anzitutto, il sistema consente di richiamare altri utenti per chiamarli all’interazione ed il tutto è in grado di stimolare il proseguimento dei lavori sulla base di una serie di notifiche che tengono gli utenti allineati al susseguirsi delle operazioni in atto. Il sistema è in tal senso del tutto simile a quello già posto in essere da Facebook sul proprio social network, ove è sufficiente la codifica “@utente” per richiamare un amico sul contenuto stimolando una sua risposta ed il proseguimento della discussione.

Inoltre «è stato migliorato il flusso della discussione sui documenti aggiungendo ownership e diritti di modifica ai singoli commenti. Ogni commento riporta ora l’indicazione temporale e la foto presente nel profilo dell’utente»: trattasi pertanto di un intervento evolutivo nel contesto del quale sono state inoltre introdotte nuove funzionalità in grado di rendere più efficace l’interazione collaborativa su Google Docs:

Il nuovo sistema di commento ai documenti è stato testato per mesi internamente a Google e ha dimostrato di essere in grado di abbreviare i cicli di feedback e di migliorare la partecipazione degli utenti.

La nuova funzione Discussions sarà disponibile nel corso dei prossimi giorni per tutti gli utenti con un account Google personale e per tutti gli utenti aziendali Google Apps che abbiano selezionato l’opzione “abilita le funzioni pre-release”

Google spiega inoltre che, essendo molte le novità apportate, le nuove funzioni troveranno applicazione soltanto sui nuovi documenti creati dopo l’introduzione dell’aggiornamento.

Immagine: Google • Notizie su: