QR code per la pagina originale

HP sceglie USB 3.0: Thunderbolt è acerbo

HP ha scelto USB 3.0 come soluzione per la connettività sui nuovi prodotti desktop, ma osserva con interesse l'evoluzione di Thunderbolt.

,

Thunderbolt sì, ma solo in futuro: ad annunciare l’interesse verso il nuovo standard per la comunicazione con le periferiche esterne è Xavier Lauwaert, marketing manager di HP. Un interesse che, per il momento, non si traduce nell’implementazione della tecnologia realizzata da Intel in collaborazione con Apple, come conferma la scelta di Hewlett-Packard di virare verso USB 3.0 per gli ultimi prodotti della propria linea desktop.

Per adesso, spiega Lauwaert, i tempi non sono ancora maturi per poter scegliere Thunderbolt come soluzione predefinita per la connessione di device esterni ai computer desktop. Tale situazione non sarebbe però dovuta alla tecnologia in sé, quanto piuttosto all’assenza di dispositivi in grado di interfacciarsi in maniera adeguata con Thunderbolt: al momento, infatti, sono ben pochi i prodotti sul mercato che possono vantare piena compatibilità con lo standard proposto da Intel, benché siano diversi i nomi dell’industria elettronica ad avervi strizzato l’occhio.

Nonostante la promessa di trasferire dati ad una velocità di 10 Gigabit al secondo, condita dalla possibilità di ridurre al minimo il numero di cavi necessari ai collegamenti grazie all’integrazione con gli standard DisplayPort e PCI Express, i nuovi PC della famiglia Pavilion HPE H8 annunciati nella giornata di lunedì offriranno l’opportunità di saggiare la versione 3.0 del protocollo USB, che nella sua edizione 2.0 domina incontrastata il campo del trasferimento di informazioni da e verso device esterni.

Quella si prospetta all’orizzonte sembra essere dunque una vera e propria sfida tra Thunderbolt e USB 3.0, nonostante la prima rappresenti una soluzione in grado di coprire tipologie di dispositivi che la seconda non può invece gestire. Proprio su quest’ultimo aspetto vuole puntare Intel, che ha più volte ribadito come in realtà le due tecnologie siano tra di loro complementari e possano cooperare all’interno dello stesso ecosistema: il colosso dell’industria dei semiconduttori ha difatti annunciato in tempi passati l’intenzione di realizzare schede in grado di implementare contemporaneamente i due standard.

Nonostante ciò, al momento USB 3.0 sembra rappresentare un ostacolo sulla strada di Thunderbolt, soprattutto a causa dell’esiguo numero di prodotti compatibili con quest’ultimo. Approdato dapprima sugli iMac di Apple rilasciati agli inizi del mese di maggio, Thunderbolt inizierà la propria scalata nel corso del secondo trimestre 2011, quando Intel incrementerà la produzione e cercherà di accrescere la quantità di periferiche con esso compatibili.

Fonte: PCWorld • Notizie su: