QR code per la pagina originale

Google Chrome giunge alla versione 15

Google Chrome giunge alla versione stabile numero 15. Poche le novità di rilievo, diversi i bug corretti dagli sviluppatori assoldati dalla società.

,

Aggiornamento in arrivo per gli utenti Chrome: il browser di Mountain View ha visto infatti l’uscita dell’edizione 15 dal ramo dedicato alla fase di testing, pronta a fare capolino sui computer di tutto il mondo con addosso l’etichetta che ne comprova la stabilità. Chrome 15, dunque, è già disponibile per il download tramite il sito ufficiale del progetto, mentre i possessori di versioni precedenti potranno ricevere automaticamente l’update grazie al sistema di aggiornamento incluso nel software.

Nessun cambiamento rivoluzionario giunge in tale release: la novità di maggiore clamore è infatti il nuovo design della pagina “new tab”, nella quale vengono mostrate le anteprime di alcune delle pagine più visitate durante la navigazione nel web insieme alle app installate. Queste ultime vengono ora racchiuse in una pagina a sé stante, raggiungibile mediante l’apposito pulsante nella barra inferiore, mentre una freccia posta affianco alle anteprime permette di scorrere tra le varie pagine disponibili.

Chrome 15, come di norma, presenta anche la tradizionale carrellata di correzioni di bug e vulnerabilità riscontrati nel corso delle ultime settimane dagli sviluppatori di Mountain View e dagli utenti: sono oltre 20 le falle risolte in quest’ultimo rilascio, alcune delle quali accompagnate da un elevato livello di importanza. Ancora una volta, poi, Google ha mantenuto la promessa di finanziare economicamente la ricerca di problemi nel proprio browser, versando questa volta una cifra complessiva che supera quota 20 mila dollari.

Nulla di rivoluzionario nell’universo Chrome, dunque, bensì esclusivamente cambiamenti volti ad incrementare il livello di sicurezza e rendere più semplice la gestione delle applicazioni, seguendo un paradigma oramai ben consolidato all’interno del Googleplex. La nuova configurazione per la pagina di accesso alle app installate si affianca infatti ai cambiamenti apportati al Chrome Web Store, ora più simile ad un negozio virtuale di applicazioni sullo stile dei principali store per dispositivi mobile e non.

Fonte: Google • Immagine: Creative Commons • Notizie su: