QR code per la pagina originale

Sony Ericsson Xperia: Android 4.0 a partire da marzo

Sony Ericsson pubblica il calendario degli aggiornamenti ad Android 4.0 Ice Cream Sandwich per la sua linea di smartphone Xperia 2011

,

Sony Ericsson ha diffuso, sul suo blog ufficiale, la lista dei dispositivi che riceveranno l’aggiornamento ad Android 4.0 Ice Cream Sandwich. Stando a quanto riportato, l’intera linea di prodotti lanciati sul mercato nel corso del 2011 potrà beneficiare delle innovazioni introdotte con l’ultima release del sistema operativo targato Google.

I primi smartphone a godere dell’aggiornamento saranno, a partire dal prossimo mese di marzo, l’Xperia Arc S, l’Xperia Neo V e l’Xperia Ray. Seguiranno intorno ad aprile i modelli Xperia Arc, Xperia Play, Xperia Neo, Xperia Mini (e Mini Pro), Xperia Pro, Xperia Active e infine il Sony Ericsson Live with Walkman.

Non tutti i dispositivi riceveranno l’aggiornamento contemporaneamente, il processo avverrà infatti nel corso di diverse settimane. Sony Ericsson dal canto suo ha messo a disposizione sul blog ufficiale un interessante articolo che spiega esattamente tutto l’iter che va dal rilascio delle sorgenti da parte di Google fino al rilascio dell’aggiornamento vero e proprio.

Di seguito un riassunto molto stringato dell’intero processo.

  • Ricezione dei sorgenti Android da Google;
  • gli sviluppatori Sony Ericsson combinano il software Xperia con quello dei nuovi sorgenti di Android;
  • viene effettuato un controllo di qualità che rispecchi le aspettative di SE e dei suoi partner;
  • sebbene il software sia sostanzialmente pronto, si attende l’approvazione dei partner esterni;
  • inizia la distribuzione OTA (Over the Air) dell’aggiornamento.

Come faranno i possessori di smartphone Xperia a venire a sapere della disponibilità dell’aggiornamento per i loro telefonini? Una notifica apparirà direttamente sul terminale, invitando l’utente a effettuare l’aggiornamento OTA attraverso la rete 3G o WiFi. In alternativa sarà possibile collegare lo smartphone al PC e utilizzare PC Companion.

Notizie su: