QR code per la pagina originale

Microsoft, disponibili le prime 7 patch dell’anno

Il bollettino di gennaio di Microsoft contiene sette patch atte a risolvere otto bug presenti in Windows ed applicazioni dedicate a tale piattaforma.

,

Il tradizionale rilascio mensile di patch da parte di Microsoft è servito anche per il mese di gennaio: l’azienda di Redmond ha infatti pubblicato le prime sette correzioni dell’anno apportate al proprio sistema operativo Windows e ad alcune applicazioni realizzate dai propri ingegneri al fine di correggere una serie di vulnerabilità riscontrate nelle ultime settimane. Come da tradizione, quello di gennaio si è confermato un mese privo di casi di particolare urgenza, se non per una singola eccezione.

Quest’ultima è rappresentata da una patch (MS12-004) relativa al riproduttore multimediale Windows Media Player ed etichettata come di livello critico, il più elevato nelle gerarchie di Redmond. Tale patch ha l’obiettivo di risolvere due bug presenti all’interno di tale applicazione in ambienti Windows Vista ed XP, i quali permetterebbero di eseguire attacchi da remoto in maniera piuttosto semplice, eseguendo codice in maniera arbitraria per compromettere la sicurezza del computer aggredito. La falla risiederebbe all’interno di un modulo utilizzato nella gestione dei file MIDI e già corretto nella versione Seven del sistema operativo.

Altra patch di sicura importanza è la MS12-005, la quale riguarda una componente di Microsoft Office afflitta da un bug che, secondo le previsioni di Microsoft, dovrebbe essere accompagnato da un apposito exploit atto a sfruttarne la fallacia nel corso dei prossimi 30 giorni. Gli aggiornamenti  MS12-006 e MS12-001, invece, fanno riferimento ad alcune correzioni apportate dagli ingegneri di Redmond alla gestione delle webapp, bloccando di fatto possibili attacchi provenienti da remoto.

Le altre patch (MS12-002MS12-003 e MS12-007) riguardano anch’esse problemi relativi a possibili esposizioni ad aggressioni dall’esterno ma secondo l’azienda statunitense non risultano attualmente esserci particolari pericoli. Microsoft consiglia tuttavia di eseguire l’apposita procedura di aggiornamento Windows Update il prima possibile, al fine di evitare spiacevoli inconvenienti in futuro.

Fonte: ComputerWorld • Notizie su: