QR code per la pagina originale

Google punta all’acquisizione di DeepMind

Il gruppo californiano conferma l'intenzione di portare a termine un'altra acquisizione: questa volta tocca a DeepMind, team operante nell'ambito dell'IA.

,

Google punta con decisione sull’intelligenza artificiale. Dopo aver dato vita ad una nuova divisione guidata da Andy Rubin e messo le mani su una realtà come Boston Dynamics, il gruppo di Mountain View ha intenzione di portare a termine l’ennesima acquisizione, quella di DeepMind. Al momento non ci sono conferme riguardanti il possibile esborso economico, anche se alcune fonti in Rete parlano di un investimento che oscilla tra i 400 e gli oltre 500 milioni di dollari.

Mancherebbero solo gli ultimi dettagli, prima della firma. Il nome della società non è certo tra i più conosciuti nell’ambito della IA, ma solo per chi non è un addetto ai lavori. Fondato nel 2011, il team è ritenuto dagli esperti uno dei più validi e innovativi del proprio settore, tanto da riuscire a raccogliere fondi da Horizins Ventures, Founders Found e Jaan Tallinn, quest’ultimo già impegnato in progetti come Skype e Kazaa. Tutto questo nonostante il sito ufficiale sia costituito da una semplice pagina con poche informazioni.

DeepMind è un’azienda all’avanguardia che si occupa di intelligenza artificiale. Impieghiamo le migliori tecnologie relative al machine learning e alla neuroscienza, per dare vita ad algoritmi sull’apprendimento da utilizzare in diversi ambiti. Fondata da Demis Hassabis, Shane Legg e Mustafa Suleyman, la società ha sede a Londra ed è stata supportata da alcuni dei più significativi imprenditori e investitori dello scorso decennio.

A pianificare l’operazione sarebbe direttamente Larry Page, coinvolto in prima persona nella trattativa. DeepMind ha esperienza nell’applicazione delle tecnologie di intelligenza artificiale per quanto riguarda e-commerce e gaming. Google potrebbe dunque aver deciso di muoversi in questa direzione per potenziare il proprio sistema di shopping online. Un’altra ipotesi è quella che vorrebbe bigG intenzionata a portare nella propria squadra alcuni dei suoi talenti. Uno su tutti il fondatore Demis Hassabis, un bambino prodigio (oggi 37enne) definito più volte da Mind Sports Olympiad come il miglior giocatore di scacchi al mondo.

Fonte: Re/code • Via: The Information • Notizie su: ,