QR code per la pagina originale

Google Stars sarà un’alternativa a Pocket?

Google è al lavoro su una nuova applicazione chiamata Stars, utile per salvare qualsiasi elemento o pagina Web per la consultazione in modalità offline.

,

Le applicazioni “read it later”, ovvero quelle utili per salvare qualsiasi elemento da leggere o consultare successivamente, di certo non mancano. L’esempio più noto è certamente Pocket, ma anche Instapaper o Evernote possono assolvere allo stesso compito. A quanto pare, presto arriverà l’ennesima alternativa, sviluppata direttamente da Google e dunque indirizzata principalmente ai dispositivi con piattaforma Android: si chiamerà Stars.

L’ha scoperta il programmatore Florian Kiersch, analizzando il codice di alcuni moduli pubblicati online dal motore di ricerca. Il risultato sono decine e decine di riferimenti ad un software che sembra essere già in una fase avanzata di sviluppo, tanto da essere entrato in quello che in gergo si definisce periodo di dogfooding, ovvero quando bigG fornisce le app in anteprima ai suoi dipendenti per raccogliere feedback e suggerimenti sui miglioramenti da apportare prima del lancio. L’esordio potrebbe dunque avvenire in occasione dell’evento I/O 2014, in programma per la fine di giugno. Va comunque tenuto conto del fatto che, ad oggi, mancano conferme ufficiali sulla questione da parte del gruppo di Mountain View.

Da questi primi indizi è possibile dedurre che Google Stars sarà dotata di una tecnologia in grado di suddividere automaticamente i contenuti salvati dagli utenti, così da semplificarne la gestione quando si desidera consultarli.

Le liste intelligenti rendono più semplice trovare le tue Stars, raggruppandole in modo del tutto automatico per tipologie: immagini, articoli, video e altro.

Per aggiungere una pagina, un’immagine, un filmato o qualsiasi altro elemento, potrebbe essere sufficiente un click (o tap su dispositivi mobile) durante la navigazione, proprio come avviene oggi per inserire un indirizzo tra i preferiti del browser.

Prova ad assegnare una stella a qualche elemento sul Web, per aggiungerlo a questa cartella.

Non mancherà inoltre un’estensione per Chrome. Da non escludere nemmeno l’ipotesi di un’integrazione con Google Keep. Se ne saprà di più nei prossimi mesi.