QR code per la pagina originale

Project Tango: il tablet arriva agli sviluppatori

Il tablet Project Tango di Google è nelle mani degli sviluppatori, che ne sfrutteranno le particolari caratteristiche per la realizzazione delle app.

,

Le prime unità del tablet Project Tango sono arrivate nelle mani degli sviluppatori, che da ora in poi avranno in modo di sperimentare le funzionalità di tracking 3D incluse nel dispositivo per realizzare applicazioni ad hoc. I pre-ordini hanno preso il via nelle scorse settimane, al prezzo di 1.024 dollari (circa 820 euro) e per un periodo di tempo limitato. Oggi alcuni developer hanno scritto sui social network di aver ricevuto il device.

Dal punto di vista tecnico è equipaggiato con il processore NVIDIA Tegra K1, affiancato da 4 GB di RAM, memoria interna da 128 GB per il salvataggio dei dati, un display da 7 pollici Full HD (risoluzione 1920×1200 pixel), modulo Bluetooth, un sensore di profondità e diverse fotocamere, una delle quali impiegata per rilevare gli oggetti in movimento. Non manca nemmeno lo slot per schede nano-SIM dedicate alla connettività 4G-LTE. Curiosamente, pur essendo prodotto da Google non è equipaggiato con il nuovo sistema operativo Android 5.0 Lollipop, ma ha preinstallata la versione 4.4.2 KitKat. Incluso anche un dock per mantenere il tablet inclinato. La sua utilità principale è quella di poter ricostruire un ambiente in tre dimensioni con precisione elevata, riproducendo in forma virtuale ciò che si trova nel mondo reale.

Non si tratta dunque di un dispositivo destinato al segmento consumer del mercato, almeno per il momento. LG ha però dichiarato l’intenzione di commercializzarne una versione nel corso del 2015, mettendo al tecnologia a disposizione di tutti. Per il momento non resta che attendere di poter vedere come la community di sviluppatori saprà sfruttare la mappatura tridimensionale alla base di Project Tango.

Fonte: Mike DiGiovanni su Google+ • Via: SlashGear • Notizie su: ,