QR code per la pagina originale

Microsoft investe milioni di dollari in Cyanogen

Secondo il Wall Street Journal, Microsoft sarebbe uno degli investitori che hanno finanziato Cyanogen per quasi 70 milioni di dollari. Ma a quale scopo?

,

Microsoft sarebbe uno degli investitori che ha partecipato alla raccolta di circa 70 milioni di dollari per finanziare Cyanogen, nota azienda che sviluppa la popolare CyanogenMod. Qualche mese fa erano trapelate indiscrezioni su un incontro segreto tra Satya Nadella e Steve Kondik, ma nessun accordo è stato rivelato pubblicamente. Secondo le fonti del Wall Street Journal, altri investitori hanno manifestato interesse verso Cyanogen, in quanto vogliono cercare di ridurre il controllo di Google su Android.

Ma cosa c’entra Microsoft con Android? Apparentemente nulla. In realtà, la nuova strategia di Satya Nadella prevede un maggiore supporto per il sistema operativo concorrente, come dimostrano le numerose app gratuite disponibili sul Google Play Store. Ieri, ad esempio, sono state annunciate le versioni finali di Office per tablet Android e la preview di Outlook. L’obiettivo a lungo termine di Microsoft è incrementare la diffusione dei suoi servizi, cercando di convincere gli utenti a scegliere Bing, OneDrive, Office e Outlook, invece di Google Search, Google Drive, Quickoffice e Gmail.

Kirt McMaster, CEO di Cyanogen, ha recentemente dichiarato che l’azienda vuole «portare Android lontano da Google». Questo risultato potrebbe essere ottenuto anche con l’aiuto di Microsoft. Oltre 50 milioni di utenti usano CyanogenMod al posto delle versioni Android originali. Cyanogen vuole creare un sistema operativo indipendente, senza i vincoli imposti da Google (ecco spiegato il tentativo di acquisizione). Un dispositivo Android può essere venduto solo se i produttori installano le app per accedere ai servizi dell’azienda di Mountain View.

Microsoft ovviamente continuerà ad investire su Windows Phone (e Windows 10 per smartphone). Il supporto economico dato a Cyanogen potrebbe però rappresentare un’alternativa. Oltre che dai brevetti, l’azienda di Redmond potrebbe ottenere profitti dagli abbonamenti ai suoi servizi, attraverso le app preinstallate in CyanogenMod. Chiaramente si tratta solo di indiscrezioni, in quanto non è arrivata nessuna conferma ufficiale.