QR code per la pagina originale

Nexus Protect in arrivo su Google Store?

Emergono indiscrezioni sul possibile arrivo di Nexus Protect, in concomitanza con il lancio dei nuovi dispositivi Nexus fissato per il 29 settembre.

,

Il 29 settembre verranno con tutta probabilità annunciati i nuovi dispositivi della linea Nexus, i primi ad esordire sul mercato equipaggiati con il sistema operativo Android 6.0 Mashmallow. Nell’occasione Google potrebbe svelare anche un’altra novità, della quale fino ad oggi non si è parlato: Nexus Protect. Al momento si tratta solo di un rumor e non ci sono informazioni ufficiali in merito, dunque per ora è solo possibile formulare ipotesi sulla natura dell’iniziativa.

Secondo Artem Russakovskii di Android Police potrebbe trattarsi di un programma destinato alla protezione dei dispositivi, una sorta di garanzia aggiuntiva su misura per i prodotti a marchio bigG, simile a quanto proposto dalla mela morsicata con AppleCare. La vendita avverrebbe direttamente sulle pagine della piattaforma Google Store. Gli utenti potrebbero (utilizzare il condizionale è d’obbligo) beneficiare di assistenza e supporto avanzato in caso di necessità, sia per quanto riguarda l’hardware che il software, a fronte di una spesa periodica. Ovviamente da Mountain View non sono giunte conferme né smentite in merito a questa possibilità.

“Nexus Protect” arriverà su Google Store. Mi chiedo se sarà lanciato insieme ai nuovi Nexus, ma i dettagli in merito sono scarsi al momento. Penso sia un piano di protezione.

Qualcuno ipotizza anche un programma di “noleggio” Nexus, con un esborso economico mensile o annuale. C’è infine chi sostiene possa trattarsi di una nuova versione del sensore Nest Protect utile per rilevare la presenza di fumo o monossido di carbonio nell’abitazione. Il produttore, acquisito lo scorso anno da bigG, ha presentato nelle scorse settimane la terza edizione del proprio termostato intelligente per la regolazione automatica della temperatura, con varie migliorie sia a livello di design che per quanto riguarda le funzionalità integrate.

Fonte: Artem Russakovskii su Google+ • Notizie su: