QR code per la pagina originale

Google Play suggerirà quali app disinstallare

Sarà direttamente Play Store a suggerire agli utenti quali sono le applicazioni da eliminare per liberare spazio nella memoria interna del dispositivo.

,

A tutti è successo di trovarsi con poca memoria interna libera su smartphone o tablet, impossibilitati ad installare nuovi software o al download dei contenuti. Un problema parzialmente risolto dall’utilizzo di schede microSD, ma da non sottovalutare per quei device che non sono dotati di slot per l’espansione dello storage. Google ha pensato a loro, con una soluzione pratica.

Si tratta di una funzionalità integrata direttamente all’interno di Play Store, che suggerisce le applicazioni da eliminare per fare spazio a quelle nuove da scaricare. Il messaggio che compare a schermo è quello visibile nello screenshot allegato di seguito: “Non c’è abbastanza spazio: per installare questa app su questo dispositivo, elimina le app che non ti servono più. Puoi anche liberare spazio cancellando file multimediali in Impostazioni > Archiviazione”. Il rollout sembra al momento interessare solo una parte degli utenti: per provare la feature non resta che tentare di installare un’applicazione quando si ha poco storage a disposizione.

La schermata di Google Play che suggerisce quali applicazioni disinstallare per liberare spazio nella memoria interna del dispositivo

La schermata di Google Play che suggerisce quali applicazioni disinstallare per liberare spazio nella memoria interna del dispositivo (immagine: Android Police).

Nello screenshot è possibile vedere un elenco con le app che occupano più spazio: basta un tap per selezionarle, dopodiché premendo il pulsante “Continua” si procede alla loro disinstallazione. Nulla che già non facciano le tante utility disponibili per Android e dedicate all’ottimizzazione del sistema, ma in questo caso si parla di un tool sviluppato e distribuito direttamente da bigG all’interno di Play Store.

Per liberare memoria interna dalle immagini scattate e dai video registrati (elementi che spesso occupano buona parte dello storage) si consiglia, se possibile, di ricorrere a servizi cloud per il salvataggio. Nel caso di Google Foto, ad esempio, si può contare su spazio illimitato per il backup delle fotografie ad alta risoluzione.

Fonte: Android Police • Via: Engadget • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni