QR code per la pagina originale

Google migliora Snapseed: arrivano le curve

Primo aggiornamento del 2017 per una delle migliori applicazioni mobile dedicate al photo editing: su Snapseed arriva la regolazione delle curve.

,

Snapseed è senza alcun dubbio una delle migliori applicazioni mobile dedicate al photo editing, sia per la qualità degli strumenti offerti che per la sua facilità di utilizzo. Permette infatti di ottenere risultati di qualità elevata semplicemente agendo su pochi filtri e parametri. Oggi Google (che ha acquisito il team di sviluppo Nik Software nel 2012) annuncia un aggiornamento per l’app.

L’update, il primo di questo 2017, introduce un nuovo tool: quello che permette di agire in maniera precisa e selettiva sulle curve. Uno strumento già ben noto a tutti coloro che utilizzano software come Photoshop, a cui ricorrere per ottimizzare il bilanciamento tra luci e ombre in una fotografia. In questo caso, il gruppo di Mountain View ha pensato anche ai meno esperti, includendo una serie di preset da applicare in un solo tocco, così da comprenderne il funzionamento. La nuova versione di Snapseed (la 2.15) è in fase di rollout e dovrebbe presto raggiungere tutti gli utenti Android. I più impazienti possono fin da subito scaricarla e installarla manualmente tramite file APK.

Le curve vi forniscono un controllo preciso sul livello di luminosità e sui colori, per ottenere esattamente il look desiderato delle vostre fotografie. Se avete familiarità con le curve sulle applicazioni desktop, potrete iniziare a lavorarci fin da subito. Se invece il concetto vi è nuovo, date un’occhiata ai tanti preset forniti con questo strumento per aiutarvi a migliorare le immagini.

Il primo aggiornamento del 2017 per l'applicazione Snapseed di Google introduce un nuovo strumento dedicato alla regolazione delle curve

Il primo aggiornamento del 2017 per l’applicazione Snapseed di Google introduce un nuovo strumento dedicato alla regolazione delle curve

Il team di sviluppo dichiara inoltre di aver migliorato il riconoscimento facciale impiegato per il filtro Volto, che appunto identifica un viso senza l’intervento dell’utente, applicando modifiche e ottimizzazioni in modo da migliorarne l’aspetto e il risultato finale. Ancora, in seguito all’aggiornamento si può aggiungere testo su più linee e la qualità della grana simulata nei bianco e nero è più convincente.

Fonte: Snapseed su Google+ • Via: Droid Life • Notizie su: ,