Speciale iOS 7: tutte le caratteristiche

iOS 7 su iPhone

iOS 7: nuovo, minimal e flat

iOS 7 è il nuovo sistema operativo mobile Apple per iPhone, iPad e iPod Touch. Grazie all'intervento del designer Jonathan Ive, subentrato a Scott Forstall nel progetto iOS, il software si rinnova completamente abbandonando l'impianto scheumorfico del passato e abbracciando in toto il flat design. Tra le novità di iOS 7, un'interfaccia leggera e semitrasparente, l'integrazione di servizi di sharing locale come AirDrop, una voce maschile per Siri, un nuovo pannello per la gestione delle impostazioni, il servizio di cloud streaming gratuito iTunes Radio e molto altro ancora.

Di

Aggiornamento: il 2 giugno 2014 Apple ha annunciato iOS 8. Segui tutte le notizie grazie al nostro speciale iOS 8.

iOS 7 è il nuovo sistema operativo mobile di Apple per iPhone, iPad e iPod Touch in uscita il 18 settembre 2013. iOS 7 è il più ampio aggiornamento ricevuto dal sistema operativo mobile di Apple dal 2007, data della sua prima introduzione: rivoluziona completamente l’interfaccia e introduce diverse nuove funzionalità per le chiamate, la navigazione tra le opzioni del device, le applicazioni, la fotocamera, il rullino fotografico. Tutto si rinnova in un’ottica minimalista, a discapito dello scheumorfismo. Prima di analizzare nel dettaglio le novità, vediamo quali sono i dispositivi compatibili e le opzioni di jailbreak.

Galleria di immagini: Apple e scheumorfismo

Quali sono i dispositivi compatibili con iOS 7?

iOS 7 sarà compatibile con iPhone 4, iPhone 4S, iPhone 5, iPad 2, Nuovo iPad, iPad con Retina Display, iPad Mini e iPod Touch di quinta generazione. Le funzioni però variano a seconda del modello, di seguito una tabella esemplificativa.

Tabella di compatibilità iOS 7

Tabella di compatibilità per iOS 7

Gli iPod Touch di quarta e precedente generazione non sono compatibili con iOS 7, ma Apple non ne ha esplicitato le motivazioni. iPod Touch 4, in particolare, presenta lo stesso chip A4 di iPhone 4, quest’ultimo aggiornabile al nuovo sistema operativo. Con molta probabilità, si tratta di un problema di RAM massima disponibile o, in alternativa, di una precisa scelta di Cupertino per spingere i nuovi prodotti della linea.

Quando sarà disponibile? Quanto costerà?

iOS 7 sarà disponibile per il download pubblico nel mese di ottobre 2013. Previsto inizialmente a ridosso del lancio dei nuovi iPhone 5S, iPhone 5C e iPad 5, è stato in seguito rinviato al mese successivo.. Non vi sarà alcun costo di scaricamento e installazione per gli utenti: l’upgrade è totalmente gratuito.

Si potrà effettuare il jailbreak?

Il jailbreak di iOS 7 – si ricorda come si tratti di una pratica non approvata da Apple e che, se rilevata, invalida la garanzia del dispositivo – è in fase di sviluppo. Sono già apparsi in Rete alcuni screenshot preliminari, ma non vi è ancora un programma di sblocco a disposizione degli utenti. In tempi recenti, l’esperto P0isxninja ha annunciato il futuro arrivo di un progetto di sblocco che libererà gli iDevice dalle loro limitazioni, senza necessariamente passare dal jailbreak. È molto probabile, infine, che venga rilasciata una versione di Whited00r per abilitare alcune feature iOS 7 su dispositivi non compatibili, come iPod Touch 4.

Quali sono le novità di iOS 7?

iOS 7 è un sistema completamente nuovo, di conseguenza tutto cambia rispetto al passato. Di seguito, le innovazioni in fatto di interfaccia, chiamate e messaggi, fotocamera, musica, Siri, servizi cloud e molto altro ancora.

Galleria di immagini: iOS 7, le foto ufficiali

La nuova interfaccia

Il principale cambiamento di iOS 7 risiede nella sua nuova veste grafica: grazie all’apporto di Jonathan Ive, il designer di punta di Apple entrato su iOS in sostituzione di Scott Forstall, il sistema operativo abbandona il suo tradizionale scheumorfismo,  la tendenza  grafica volta a riprodurre fedelmente nel virtuale oggetti reali, per abbracciare il flat design. Il flat design fa del minimalismo la sua essenza: tutti i fronzoli grafici vengono eliminati, le icone si stilizzano, i menu visuali vengono sostituiti da link di testo.

Il minimalismo dell’interfaccia di iOS 7 si sostanzia nella sostituzione delle icone scheumorfiche con link testuali, a cui si aggiunge il ricorso alla semitrasparenza, alla visuale parallasse e al 3D per aiutare l’utente a usare il suo iDevice. Muovendo un iPhone nello spazio, ad esempio, lo sfondo e le applicazioni seguiranno la vista dell’utilizzatore, affinché venga rimandato un senso di profondità e il capo visivo risulti così allargato. Inoltre, anche i colori diventano fondamentali per la comprensione dell’interfaccia: un messaggio azzurro sarà sempre informativo, uno verde confermativo, uno rosso d’allarme e il bianco farà da sfondo a tutte le schermate essenziali. A livello prettamente estetico, le icone delle applicazioni perderanno sfumature, ombreggiature e riflessi glossy, per assumere invece colorazioni monocrome sulle tonalità del pastello e mantenendo l’ormai canonica forma quadrata. Il font prescelto, infine, è l’Helvetica Neue Ultra Light.

Centro di Controllo

Con iOS 7 sarà molto semplice accedere alle funzioni di uso quotidiano del device, così come all’impostazione delle opzioni per le applicazioni, la riproduzione musicale e le modalità d’utilizzo. Il tutto è possibile grazie al Centro di Controllo: sfiorando verso l’alto, si aprirà un’apposita finestra semitrasparente dove regolare modo d’uso, WiFi, Bluetooth, blocco del device e altro ancora. Poi, si potrà regolare la luminosità del dispositivo, la riproduzione dei file musicali di iTunes, AirDrop, AirPlay, la fotocamera, il flash LED in modalità torcia, le chiamate e altro. In altre parole, si potranno gestire le feature più utilizzate senza attivare il menu Generali.

AirDrop

iOS 7 porta AirDrop, il sistema di scambio di file già da qualche anno disponibile su OS X, anche su iPhone, iPad e iPod Touch. Con AirDrop si potranno inviare e ricevere documenti, immagini e altro con i contatti presenti nelle immediate vicinanze: il sistema, infatti, funziona sfruttando la connettività WiFi. Dopo aver definito la lista di contatti a cui permettere l’inoltro e la ricezione di file – per farlo, basta definire nel Centro di Controllo se si desideri abilitare la condivisione con chiunque o solo con i propri amici – basta un drag & drop nelle applicazioni abilitate, quali il rullino fotografico, per trasmettere e ricevere tali documenti.

Centro Notifiche

Il Centro Notifiche, introdotto con iOS 7, riceve ora un sostanziale upgrade. L’interfaccia non è più nera ma semitrasparente, mentre le notifiche sono suddivise in odierne, totali e perdute. Non solo informazioni su aggiornamenti app, notifiche Push, chiamate e messaggi persi: il Centro Notifiche diventa anche un comodo strumento informativo per l’utente. Saranno infatti disponibili indicazioni sulle condizioni meteo della giornata, la possibilità di accedere e amministrare direttamente gli appuntamenti nel Calendario, l’accesso facilitato a note e promemoria. Il Centro Notifiche, come di consuetudine accessibile scorrendo le dita verso il basso, funziona inoltre anche sulla schermata di blocco.

Fotocamera e rullino

Anche l’applicazione fotografica subisce un sostanziale redesign: a schermo si vedrà solamente una griglia di scatto accompagnata da un grande pulsante rosso. Per gli iDevice più moderni, inoltre, si potranno inserire dei filtri fotografici – sulla falsariga di Instagram – direttamente in fase di scatto, nonché la possibilità di salvare immagini non solo in formato landscape e portrait, ma anche quadrato. I filtri permettono di regolare in modo istantaneo la qualità delle immagini. Ve ne sono tre dedicati al bianco e nero, per agire sul contrasto e ottenere così immagini con curva tonale differenziata, e molti di più pensati per i colori, dalle tonalità vintage all’ormai classica lomo, dai colori freddi sulle tinte del blu a quelle calde del giallo e del rosso. Il Rullino Fotografico, ovvero l’applicazione che racchiude tutte le immagini salvate, ottiene uno sfondo bianco e una visualizzazione a mosaico, così che sia facile ritrovare la propria foto preferita anche in un catalogo affollatissimo. Merito anche della nuova archiviazione automatica in base alla data e al luogo di scatto, per scovare ogni album con un solo tap. Inoltre, grazie ai servizi di iCloud, a Streaming Photo e a AirDrop – il sistema già citato per scambiare file con chi è nelle immediate vicinanze – la condivisione sarà fulminea.

Musica e iTunes Radio

I file multimediali su iOS 7 sono sempre gestiti da iTunes, che si aggiorna nella grafica con sfondo bianco, menu testuali sul rosso e la riduzione degli effetti di scorrimento CoverFlow per le copertine. La più interessante novità è però l’introduzione di iTunes Radio, opzione inizialmente disponibile solo negli Stati Uniti, per l’ascolto gratuito di tutto il catalogo iTunes Store in streaming e supportato da spot pubblicitari, sulla falsariga di Spotify. Vi sarà anche una modalità premium per chi non gradisce l’advertising, inclusa nel proprio abbonamento iTunes Match o acquistabile singolarmente.

Siri e iCloud

Anche Siri, l’assistente vocale di iPhone e iPad, acquista una nuova interfaccia: a schermo non più le tipiche nuvolette grigie e nere, bensì uno sfondo semitrasparente su cui si animerà una sottile linea bianca, a riprodurre visivamente le frequenze audio. In aggiunta, si potrà sfruttare l’assistente anche con una voce maschile e le sue funzioni si aggiornano includendo la possibilità di gestire vocalmente applicazioni terze, fare prenotazioni, impostare percorsi di navigazione stradale e molto altro ancora. Stessi rinnovamenti anche per iCloud, il servizio di archiviazione sulla nuvola di Apple, che si aggiorna con il supporto pieno e gratuito dei formati iWork e con iCloud Keychain, un servizio abbinato a OS X Mavericks per la generazione e la memorizzazione automatica di sicure password in Rete.

Safari e App Store

Safari, il browser di iOS, assume una nuova interfaccia bianca e abilita la navigazione a schermo intero, così che l’utente non sia disturbato dalle comunicazioni di stato o dalla barra degli indirizzi. In aggiunta, vi sarà una gestione intelligente dei link che permetterà non solo di salvare i propri preferiti in modo semplificato, ma anche di condividerli agilmente con gli amici o inserirli in una lista di lettura – già conosciuta in iOS 6 – per la consultazione offline. Tutta la navigazione, preferiti compresi, sarà poi sincronizzata su tutti gli iDevice in possesso dallo stesso utente, affinché si possa passare indipendentemente da un iPhone a un iPad e viceversa. Particolarmente interessante è la nuova visualizzazione delle schede aperte: Safari le visualizzerà dall’alto, come se si volesse sfogliare i documenti in un archivio cartaceo. Funzioni di esplorazione simili anche per App Store, il negozio di applicazioni di Apple, ora dotato di un’interfaccia bianca di chiarissima navigazione, icone più grandi e nuove classifiche. È il caso di Near Me, la lista delle app più scaricate nei dintorni dell’utilizzatore. Le applicazioni, infine, non dovranno più essere aggiornate manualmente, ma l’upgrade sarà automatico e in background.

Multitasking, automobile e furto

Vi sono, infine, una lunga serie di feature minori che faciliteranno l’utilizzo quotidiano di iOS 7. Si parte dal multitasking, ora diviso in schermate di rapidissima consultazione e abilitato per tutte le applicazioni terze installate sul device, per passare a iOS In Auto, ovvero l’integrazione con navigatori e cruscotti dei più importanti produttori di vetture mondiali per gestire il sistema operativo mentre si è alla guida, a partire però dai primi mesi del 2014 quando tali automobili saranno diffuse sul mercato. Innovazioni interessanti anche in caso il proprio device iOS venga rubato o perduto: non solo con Trova il Mio iPhone si potrà cercare di localizzarlo, ma ora ogni dispositivo è intrinsecamente legato a un Apple ID affinché malintenzionati non possano averne accesso anche dopo il reset del sistema operativo.

Bug e problemi

Il primo problema scovato a poche ore dall’uscita di iOS 7 è in un bug che consente di bypassare la lock screen con una semplice ed originale combinazione di pulsanti e gesture. La vulnerabilità consente di aggirare la schermata di blocco per arrivare alla fotocamera ed al rullino degli scatti, potendoli quindi condividere o inviare via mail.

Un secondo bug consente invece di raggiungere il tastierino numerico anche con un iPhone bloccato, riuscendo quindi ad avviare una telefonata svilendo la misura di sicurezza che dovrebbe tener lontani gli intrusi dalle funzioni dello smartphone.

Con ogni probabilità, dunque, una versione 7.0.1 di iOS potrebbe essere disponibile nel giro di pochi giorni: Apple già conferma di essere al lavoro sui problemi segnalati, confermandone di fatto la sussistenza e la gravità.

Il primo update: iOS 7.0.2

Il numero, anzitutto: iOS 7.0.2 significa che, pur essendo il primo aggiornamento rilasciato per il sistema operativo, è di fatto il cumulo di una serie di correttivi messi a punto a Cupertino. Trattasi di un minor update, disponibile via OTA (over-the-air) ed ovviamente gratuito. La modifica principale è costituita dalla correzione della vulnerabilità che consentiva di aggirare la sicurezza della lockscreen con una elementare procedura. Risolto anche il problema relativo alla possibilità di chiamare un numero tramite tastierino numerico anche in condizione di telefono bloccato.

L’aggiornamento risolve insomma le principali problematiche segnalate a poche ore dalla distribuzione del sistema operativo, mettendo nel mirino in modo particolare le urgenze dettate dalle fragilità evidenziatasi in termini di sicurezza.

Ultima modifica: 30 settembre 2013