QR code per la pagina originale

Sandbox: l’innovazione secondo Microsoft

Microsoft ha reso disponibile il suo laboratorio di servizio per il portale MSN. Cinque nuove tecnologie di ricerca in fase di testing. Ben poche le vere novità

,

Microsoft ha lanciato giovedì MSN Sandbox, una sezione del proprio portale MSN dedicata agli esperimenti tecnologici che la società di Redmond sta mettendo in cantiere nel campo della ricerca su Internet. Con il progressivo assottigliarsi dei margini di profitto sui sistemi operativi, l’azienda di Redmond sta spingendo l’acceleratore sulla ricerca e lo sviluppo di nuove soluzioni.

Su MSN Sandbox sono elencati per il momento cinque diversi progetti, ognuno dedicato ad un particolare tipo di ricerca. Dalle news, agli articoli sui newsgroup, dai “network sociali” alle ricerche sulle mappe.

Nessuno, a dire la verità, sembra possedere tali crismi d’innovazione. Tutti i progetti presentati su SandBox sono già sperimentati con efficacia da diversi siti sulla rete. Gli aggregatori di notizie hanno in Google e Yahoo! le loro migliori espressioni, di network sociali è zeppa la rete e non si vede cosa possa dare di più un nuovo motore di ricerca di messaggi sui Newsgroup di quanto già faccia Google Gruppi. Ma vediamo i progetti in dettaglio.

Newsbot

È l’aggregatore di notizie di Microsoft. È il progetto che si trova ad un maggiore stadio di avanzamento ed è disponibile da alcuni giorni in dieci diverse nazioni. Tra le funzioni del servizio, interessante è la creazione delle notizie personalizzate: Newsbot memorizza i percorsi di lettura dell’utente consigliando le notizie correlate in base a decisioni automatiche e al grado di interesse di quella notizia. Il servizio, tuttora in fase di test, spesso incrocia dati del tutto irrelati ed ha una particolare predilezione per le notizie provenienti dallo stesso portale MSN.

NetScan

E` forse l’applicazione su cui maggiori sono stati gli esperimenti dei ricercatori Microsoft. Più che un motore di ricerca, NetScan è una sorta di organizzatore dei contenuti dei Newsgroup Usenet. Attraverso NetScan sarà possibile controllare lo stato di “salute” di un newsgroup in base ad alcuni dati aggregati di utilizzo, sarà possibile filtrare le discussioni più interessanti, verificare l’attività di un singolo autore. La versione dimostrativa che si trova ora sul sito permette di sperimentare le funzionalità solo su un ristretto numero di newsgroup, ma, al di là della criptica interfaccia utente, sembra essere un progetto promettente.

MSN Toolbar

È la barra da aggiungere al browser Internet Explorer per arricchirlo di nuove funzionalità. Poche le novità interessanti. Oltre all’integrazione con la rete di prodotti Microsoft (MSN Search, Messenger e Hotmail), la toolbar ripropone il blocca-popup e il sistema di evidenziazione delle parole già visti, ad esempio, nella toolbar di Google.

3° (‘three degrees’)

È la proposta nel campo delle reti sociali. Attraverso il software, e la registrazione su Passport, sarà possibile creare piccoli gruppi di amici con cui chattare, scambiarsi foto, video, musica.

TerraServer

È un progetto a più mani (Microsoft, Hp, Compaq ecc.) che permette di effettuare delle ricerche sulle mappe mondiali, sinora limitate però ai soli Stati Uniti. Accanto alle mappe, è possibile anche visualizzare foto aeree dei luoghi selezionati ad una buona risoluzione.

Microsoft ha fatto sapere nei giorni scorsi che per favorire lo sviluppo dell’azienda ha messo in cantiere ben 50 progetti innovativi, affidando lo sviluppo di ognuno di essi ad un top manager dell’azienda. Al primo posto della lista ci sono le tecnologie di ricerca che, nel brevissimo periodo, sembrano le più laute di profitti. Seguono poi la sicurezza, il digital rights management, il Voice Over Ip. Tutti progetti che dovranno far tornare sulla cresta un’azienda che sta finendo per assomigliare troppo ad un grande pachiderma.