QR code per la pagina originale

Yahoo! Music Search è più di una semplice ipotesi

Dopo aver offerto una ricerca apposita per i contenuti video, Yahoo! potrebbe essere prossimo al lancio anche di un motore riservato ai contenuti musicali. Robertson ci ha provato anzitempo con MP3Tunes, Google potrebbe arrivarci presto

,

Son passate poche ore dal lancio ufficiale del servizio Yahoo! di ricerca Video, ed ecco già addensarsi le prime concrete voci che vedono il motore alle prese con un analogo esperimento in campo musicale. Quello che potrebbe un giorno essere chiamato “Yahoo! Music Search” sarebbe infatti già in cantiere e, parimenti a quanto già offerto con Yahoo! Video Search, permetterebbe di cercare sul web contenuti musicali.

La prima mossa verso il mercato musicale è caratterizzato in casa Yahoo! dall’impegnativa acquisizione di MusicMatch (circa 160 milioni di dollari la quotazione del gruppo). La recente apertura del servizio Video sembra spianare la strada verso il nuovo ambito, possibile evoluzione dell’attuale Yahoo! Music ed il cosiddetto Media RSS (con link ai contenuti, tra i quali dichiaratamente anche file MP3) potrebbe costituire il ponte tra i due strumenti di ricerca.

Importante aspetto della questione sarà rivestito dai DRM e dalla legalità certificata dei brani musicali indicizzati (ed ordinati nell’archivio del motore secondo i tradizionali parametri propri anche, ad esempio, dei tag ID3 del formato MP3). Se per certi versi Yahoo! potrebbe essere uno tra i rivali dei più noti music store, più probabilmente il servizio ricoprirà un ruolo complementare evitando in toto ogni sovrapposizioni o concorrenzialità.

Sul mercato musicale non c’è però solo Yahoo!. Il primo esperimento in tal senso è firmato Robertson, il signor Lindash, colui che con MP3Tunes ha tentato di aprire un music store riservato agli artisti indipendenti. Lo stretto rapporto tra Yahoo! ed i principi ispirati alle Creative Commons lascia presagire dunque un esperimento a metà tra il motore di ricerca ed il music store. Nel contempo Google risulta essere già titolare del dominio GoogleMusic.com (registrato nel Febbraio 2003), dunque anche in questo settore è presumibile un nuovo fronte nella battaglia tra i due grandi gruppi.