QR code per la pagina originale

Una class action contro la Xbox 360

Un utente di Xbox 360 ha avviato una class action contro Microsoft poichè a suo giudizio avrebbe danneggiato alcuni supporti di alcuni giochi in suo possesso. Microsoft nega ogni addebito e respinge le accuse, ma nel contempo estende la garanzia

,

Jorge Brouwer ha intentato una causa conto Microsoft presso la corte federale della Florida affermando che la Xbox 360 in suo possesso avrebbe rovinato i supporti di alcuni giochi (‘Gears of War’ e ‘Madden NFL 07’) poichè tali console sarebbero a suo giudizio «progettate e realizzate con negligenza».

A supporto della testi di Brouwer sarebbe stata citata la decisione di Microsoft di estendere la garanzia di Xbox 360 a tre anni, scelta dovuta ad una inaffidabilità costruttiva insita nella console: circa il 33% delle Xbox acquistate avrebbero infatti necessitato di una riparazione entro 6 mesi dall’acquisto. Nonostante tale problematica non sia direttamente correlata alla causa, dimostrerebbe ulteriormente come Microsoft «sia ben conscia che la console Xbox 360 non sia scevra da difetti fin dalla sua introduzione nel mercato». La causa citerebbe inoltre le lamentele riportate da un programma televisivo tedesco, il quale ha dimostrato come una delle nove console testate, abbia danneggiato uno dei supporti ottici utilizzati dopo solamente 5 ore di gioco. Forte di tali argomentazioni, Brouwer ha chiesto qualcosa come 5 milioni di dollari di danni.

Microsoft ha negato ogni accusa: «nonostante le milioni di console Xbox vendute, Microsoft non ha mai ricevuto resoconti così ampi da ritenere le Xbox 360 capaci di rovinare i dischi», ha dichiarato il portavoce Jack Evans.

Nel frattempo l’azienda di Redmond, smentendo rumor circolati nelle ore precedenti, ha comunicato la decisione di mantenere invariato il prezzo della sua console di nuova generazione nonostante la concorrente Sony abbia operato un taglio di 100 dollari per la propria PlayStation 3.