QR code per la pagina originale

Skype 3.8, tutto gira intorno all’audio

Skype 3.8 concentra il proprio upgrade attorno alle migliorie audio. Il client inoltre introduce nuovi controlli per evitare operazioni manuali all'atto del cambio di hardware per le chiamate. Risolti inoltre alcuni bug relativi alle chiamate video

,

«Abbiamo migliorato la qualità audio, il che vuol dire notevole riduzione dei rumori di sottofondo, minor ritardo, meno interruzioni e caduta delle chiamate»: è questa la promessa con cui Skype presenta la nuova versione del proprio client all’atto dell’installazione.

A pochi giorni dalla release di una versione Java per supporti mobile e dall’introduzione delle nuove tariffe flat per le chiamate su linee fisse e mopbile, Skype ufficializza anche la versione in circolazione in fase beta da qualche tempo. Gli utenti Windows possono ora installare il codice “gold” di Skype 3.8, le cui migliorì sembrano essere incentrate anche su un ulteriore aspetto: «Cambia cuffia, auricolare o microfono senza toccare le tue impostazioni». Per Skype, dunque, potrebbe giungere un notevole miglioramento dell’esperienza utente, aspetto sempre nell’occhio del ciclone per un software che deve fare della qualità, della semplicità e dell’affidabilità le sue armi di punta.

Nel momento in cui la nuova version è stata rilasciata la community collegata è di oltre 12 milioni di utenti, il che ben fotografa il tasso di crescita di un fenomeno che si sta imponendo nel mondo del VoIP e che valorizza il proprio brand giorno dopo giorno. eBay ancora sta valutando l’opportunità di cedere il gruppo, ma nel contempo si gode i risultati ottenuti semplicemente estendendo il raggio di azione di un software la cui qualità è oggi più che mai dipendente soprattutto dalla larghezza di banda a disposizione sui due capi della comunicazione.

A onor di cronaca va segnalato il fatto che ad una prima prova sulla versione 3.8.0.115 (poco più di 21 Mb di download) il bannerino a fondo contact list è sparito lasciando spazio ad un codice che evidenzia un evidente errore: un piccolo bug probabilmente di facile e solerte soluzione. Il blog di Skype nel frattempo segnala l’implementazione del UPnP (opzione ufficializzata fin dalla beta del 2 aprile) e tutta una serie di bug fix relativi alle chiamate video.