Dell Inspiron Duo: in arrivo il prossimo mese a 549 dollari

Dopo aver messo in subbuglio il mercato dei tablet nei mesi scorsi, Dell annuncia ufficialmente l’arrivo di Inspiron Duo, il primo portatile “convertibile”.Già disponibile in pre-ordine sullo Store Microsoft, il dispositivo verrà presto commercializzato anche sul sito Dell e il suo arrivo nei negozi e nelle mani degli acquirenti è previsto per dicembre.A inizio mese

Dopo aver messo in subbuglio il mercato dei tablet nei mesi scorsi, Dell annuncia ufficialmente l’arrivo di Inspiron Duo, il primo portatile “convertibile”.

Già disponibile in pre-ordine sullo Store Microsoft, il dispositivo verrà presto commercializzato anche sul sito Dell e il suo arrivo nei negozi e nelle mani degli acquirenti è previsto per dicembre.

A inizio mese avevamo mostrato un video di presentazione; le caratteristiche tecniche di questo dispositivo che, allora non era disponibile, sono state finalmente rese note.

Dell Inspiron Duo è dotato di uno schermo tattile HD da 10,1 pollici, con risoluzione 1366×768 pixel; il processore Intel Atom N550 da 1,5 GHz è accoppiato con 2 GB di RAM. La memoria interna di base è di 320 GB e il sistema operativo precaricato è Windows 7.

Il tablet è, poi, dotato di due porte USB, una webcam da 1,3 megapixel e di due casse integrate. Come detto un mese fa, è molto interessante l’accoppiamento con la dock station realizzata in collaborazione con JBL.

Una volta che Dell Inspiron Duo è posizionato sul dock, possiamo sfruttare la maggiore potenza delle casse, ma anche godere di altre due porte USB e dell’ingresso ethernet, che si trovano sul retro del dock. Inoltre, una volta posizionato in verticale, sarà facilissimo usarlo per videochiamate di lavoro. La dock station JBL è in vendita separatamente a 99$, anche se al momento del pre-ordine sarà possibile averla al prezzo promozionale di 49$.

Il video che trovate oltre illustra bene tutte le caratteristiche di questo tablet, in attesa di poterlo avere fra le mani.

Ti potrebbe interessare
L’ipocrisia europea su Echelon
Business

L’ipocrisia europea su Echelon

Echelon esiste ma si può fare poco o nulla per contrastarla. È l’esito paradossale di un anno d’inchiesta della Commissione Straordinaria dell’UE su un sistema di spionaggio che proietta ombre inquietanti sulla privacy.