QR code per la pagina originale

Microsoft porta Office su tutti i Chromebook

La suite Microsoft Office è finalmente disponibile su tutti i Chromebook; richiede Office 365 sui prodotti con display sopra i 10.1 pollici.

,

Microsoft Office è finalmente disponibile su tutti i Chromebook. La casa di Redmond, nel corso dell’ultimo anno, ha lavorato molto sullo sviluppo delle sue app Office per la piattaforma di Google. Lavoro che si è focalizzato prevalentemente sui Pixelbook all’interno dei quali Office era già disponibile da un po’ di tempo. Finalmente, i test sembrano essere finiti e la suite Office è disponibile per tutti i Chromebook.

Vale la pena sottolineare che trattasi della medesima versione di Office disponibile per gli smartphone ed i tablet pc Android presente nel Play Store. La versione della suite per la produttività della casa di Redmond per i dispositivi che adottano Chrome OS non sarebbe, quindi, un prodotto dedicato. Questo significa che sono presenti anche alcune specifiche limitazioni d’utilizzo. Tutti i Chromebook che dispongono di display con una diagonale superiore ai 10.1 pollici potranno utilizzare tutte le funzioni di Office solamente se gli utenti sono abbonati ad Office 365.

In caso contrario, Office funzionerà come un semplice visualizzatore di documenti e le possibilità di creare, modificare o stampare documenti saranno inibite. Sui Chromebook con display sotto i 10.1 pollici, invece, nessun problema. Visto che i Chromebook sono principalmente utilizzati nelle scuole dagli studenti, è lecito attendersi che i possessori abbiano già una licenza Office 365 valida e quindi l’utilizzo della suite sui Chromebook non dovrebbe rappresentare un problema.

Sebbene Microsoft non abbia voluto fare alcun annuncio ufficiale, la novità è molto importante perché consente di migliorare sensibilmente la produttività dei Chromebook. Inoltre, la casa di Redmond continua a mantenere la promessa di voler portare tutti i suoi prodotti e servizi all’interno di tutte le maggiori piattaforma software sul mercato.

Un ennesimo segnale di come la nuova Microsoft sia molto cambiata dai tempi in cui la società era chiusa in se stessa.

Fonte: The Verge