QR code per la pagina originale

MacBook Air con Retina Display: arriva a giugno

Emergono nuove indiscrezioni sul successore di MacBook Air: sarà presentato a giugno, vedrà uno schermo Retina e prezzi tra 799 e 899 dollari.

,

Giungono nuove e interessanti aggiornamenti sul successore di MacBook Air, il laptop che Apple potrebbe presentare nel mese di giugno in occasione della WWDC. Dopo i dettagli resi noti da Ming-Chi Kuo, analista solitamente sempre molto affidabile sul conto di Apple, è DigiTimes a intervenire direttamente con nuovi rumor. A quanto pare, il device sarà finalmente aggiornato a uno schermo Retina e verrà proposto a un prezzo particolarmente interessante per gli utenti: tra i 799 e gli 899 dollari.

Secondo quanto reso noto dalla testata asiatica, il device potrebbe chiamarsi solamente MacBook. Un nome che, di primo acchito, potrebbe trarre in inganno i consumatori: il laptop in questione, infatti, sarà una sorta di ibrido tra l’attuale MacBook Air e il già esistente MacBook, ovvero il modello da 12 pollici privo di ventole inaugurato da Apple nel 2015.

Stando a fonti anonime provenienti dai distretti produttivi, il dispositivo vedrà uno schermo da 13.3 pollici, un form factor lievemente più grande rispetto ai MacBook da 12 pollici e un processore più performante, tanto da richiedere la presenza di un sistema attivo per la dissipazione. Finalmente promosso a un display di tipo Retina, il successore di MacBook Air dovrebbe recuperare alcune componenti proprio da questo modello, per realizzare economie di scala e ridurne sensibilmente il prezzo al pubblico. Il device, infatti, potrebbe essere presentato tra i 799 e gli 899 dollari.

Sembra che i display verranno realizzati da LG, con risoluzione 2.560×1.600 pixel, e l’avvio della fornitura è atteso per il mese di aprile. Il lancio del device, invece, potrebbe essere programmato per la WWDC 2018, nei primissimi giorni di giugno, per una disponibilità sul mercato immediata. Contestualmente, non dovrebbero esservi sorprese sul fronte dei MacBook Pro, con solo aggiornamenti minori dei processori per i modelli attualmente in vendita, inaugurati alla fine del 2016. Non resta che attendere, di conseguenza, eventuali conferme o smentite dalle parti di Cupertino.

Fonte: MacRumors • Immagine: Stocksnap