QR code per la pagina originale

Spotify, online la nuova versione gratuita

Alcuni utenti iOS e Android stanno già vedendo le novità del piano gratuito di Spotify, che sarà rinnovato ufficialmente a breve: eccole in anteprima.

,

La scorsa settimana vi sono state diverse segnalazioni su una nuova versione gratuita di Spotify, ideata per dare agli utenti un maggior controllo sui contenuti che vedono e ascoltano. I primi segnali di questa riprogettazione sono appena stati individuati da alcuni utenti iOS e Android, i quali vedono già sull’app una nuova interfaccia utente e le nuove funzionalità.

Sebbene non sia certo che questo nuovo design abbia davvero a che fare con i piani dell’azienda per rinnovare l’opzione di accesso al servizio gratuita, un rapporto di The Verge rivela in anteprima quello che potrebbe essere il nuovo Spotify gratis. Queste modifiche all’interfaccia utente, che includono la possibilità di riprodurre brani musicali su richiesta in playlist selezionate, renderebbero il piano gratuito più simile a un account Premium, a pagamento.

Tra le novità finora emerse, la più importante riguarda appunto una nuova funzionalità per le playlist “Gold Edition” che consentirà agli utenti non abbonati di riprodurre su richiesta brani di quella specifica playlist. Poi, gli album e le playlist che possono essere attualmente riprodotte soltanto in modalità shuffle mostreranno un’icona blu, mentre le altre playlist mostreranno un pulsante di riproduzione di colore verde; sul livello gratuito attuale, tutte le playlist possono essere riprodotte solo in modalità shuffle. Si ricorda che, al momento, gli utenti di Spotify che non hanno sottoscritto un abbonamento a pagamento sono in grado di riprodurre soltanto playlist e album musicali.

Il controllo vocale, una funzionalità che l’azienda stava testando all’inizio di questo mese per il servizio di musica in streaming, non è per ora parte dell’aggiornamento, si legge nel report.

Le grandi novità sul piano gratuito di Spotify saranno annunciate ufficialmente il 24 aprile. Si ricorda che Spotify è approdato in Borsa lo scorso 3 aprile e che i suoi servizi sono attualmente disponibili in 61 Paesi, con una base complessiva di utenti pari a ben 159 milioni, 70 milioni dei quali sono utenti paganti. Proprio per via dell’entrata in Borsa, si prevede che la società abbia bisogno di attirare nuove persone al servizio e concentrarsi sul rendere l’esperienza gratuita migliore da utilizzare potrebbe aiutarla a raggiungere i suoi obiettivi di crescita.

Speciale: Spotify

Fonte: The Verge • Immagine: hocus-focus | iStock