QR code per la pagina originale

Iliad, l’addebito è anticipato

Iliad ha inserito all'interno dell'Area Personale la data esatta del rinnovo mensile dell'offerta; gli addebiti sarebbero anticipati di 24-48 ore.

,

Iliad è sul mercato italiano da circa un mese ed i primissimi clienti che sono riusciti a mettere le mani sulle SIM del nuovo operatore stanno iniziando a fare i conti con il primo rinnovo dell’offerta unica. Proprio al riguardo, l’operatore ha deciso di fare chiarezza eliminando ogni possibile incomprensione sulla data del rinnovo, placando le preoccupazioni dei suoi clienti.

In origine pareva, infatti, che la data di rinnovo fosse fissata un mese dopo l’acquisto della SIM e non un mese dopo la sua attivazione. Si trattava di un problema soprattutto per tutti coloro che avevano acquistato online la SIM ed erano riusciti a metterci le mani sopra solamente dopo alcune settimane a causa dei ben noti ritardi di spedizione. Un problema che si era accentuato a causa di un messaggio inviato ai clienti da parte di Iliad che informava, via SMS, che il rinnovo mensile sarebbe partito dalla data dell’acquisto dalla SIM. Messaggio poi rettificato con tanto di scuse da parte dell’operatore francese che ha evidenziato che il mese dell’offerta sarebbe partito dall’attivazione della SIM.

In ogni caso, per garantire sempre la massima trasparenza, Iliad, adesso, evidenzia all’interno dell’Area Personale di ogni suo cliente la data del rinnovo dell’offerta. In questo modo i clienti sapranno esattamente quando saranno scalati i 5,99 euro.

Sui rinnovi, però, starebbero emergendo ulteriori novità. MondoMobileWeb segnala, infatti, che l’addebito del rinnovo dell’offerta sarebbe anticipato rispetto al giorno del rinnovo stesso. In particolare, Iliad addebiterebbe i costi di rinnovo della sua tariffa 24-48 ore prima rispetto alla data reale del rinnovo tariffario.

Dal punto di vista tariffario, comunque, questa particolarità non comporta alcuna variazione. Sino alla naturale data del rinnovo i clienti potranno utilizzare tutto il traffico a loro disposizione. Solo dopo i contatori si azzereranno. Dunque, per chi paga con il credito residuo, il suggerimento è quello di ricaricare la SIM alcuni giorni prima della data del rinnovo per evitare di incorrere in problemi.

Fonte: MondoMobileWeb • Immagine: Eva-Katalin via iStock