QR code per la pagina originale

Apple ufficializza l’acquisizione di Shazam

Apple ufficializza con un comunicato l'acquisizione di Shazam, dopo aver ricevuto qualche giorno fa il via libera da parte della Commissione Europea.

,

Apple ufficializza l’acquisizione di Shazam, la piattaforma per il riconoscimento dei brani musicali, dopo aver ricevuto il via libera all’operazione a livello europeo. Il gruppo di Cupertino ha infatti rilasciato un comunicato per confermare il passaggio, sebbene al momento non siano stati svelati i piani futuri dell’azienda.

Così come annunciato, a seguito del via libera da parte della Commissione Europea e dell’assenza di possibili limitazioni per la concorrenza nell’universo dello streaming, Apple ha finalizzato l’acquisizione della nota applicazione Shazam. A confermarlo è Oliver Schusser, Vice President di Apple Music:

Apple e Shazam hanno alle spalle una lunga storia insieme. Shazam è stata fra le prime app disponibili al momento del lancio del nostro App Store e si è affermata come una delle app preferite dagli appassionati di musica in tutto il mondo. Condividiamo la stessa passione per il mondo musicale e l’innovazione, perciò non vediamo l’ora che i nostri team inizino a lavorare insieme per offrire ancora più modi di scoprire e ascoltare musica.

L’applicazione è decisamente popolare su tutte le piattaforme, tanto che è stata scaricata 1 miliardo di volte e vede ritmi di traffico altissimi, pari a 20 milioni di canzoni identificate ogni giorno. Il funzionamento è molto semplice: è sufficiente attivare l’applicazione quando si sente un brano musicale di cui non si conosce il nome e, sfruttando il microfono del proprio device, il sistema analizza i dati sonori per rimandarne nome, artista, album e altre informazioni utili.

Al momento, così come già anticipato, non è noto quali siano i progetti di Apple per l’applicazione, ma è probabile che venga inserita all’interno di Apple Music, la piattaforma di streaming del gruppo. Il software, tuttavia, dovrebbe rimanere disponibile anche sulle altre piattaforme e i dispositivi di terze parti a oggi compatibili. Non resta che attendere, di conseguenza, tutte le novità provenienti dalla società di Apple Park.