QR code per la pagina originale

Google, Better Together in arrivo su Chrome OS

La funzionalità Better Together di Google è in dirittura di arrivo sulla versione Dev di Chrome OS e permette di sincronizzare smartphone e notebook.

,

Google ha in cantiere, da circa un anno, una funzione per il suo sistema operativo Chrome OS chiamata Better Together. Sostanzialmente, si tratta di una feature che consente di sincronizzare il proprio smartphone con il notebook, nata come semplice metodo per rispondere ai messaggi recapitati sul cellulare tramite Chromebook ed evoluta con il tempo in un’opzione più corposa.

Better Together sarà presto accessibile per coloro che hanno installato la versione Dev di Chrome OS. Qualora si utilizzasse una versione supportata di Chrome OS, si riceverebbe una notifica che conduce alla nuova impostazione “Connected Devices” (Dispositivi connessi); una volta collegati telefono e PC, viene installato immediatamente il client Messages (Messaggi) per desktop e si ha la possibilità di accedere agli SMS (potendoli sia leggere che inviare) da Chromebook.

Inoltre, l’opzione Smart Lock è stata spostata nella sezione relativa ai dispositivi connessi, al fine di garantire un’organizzazione maggiore. Sebbene non ci siano sostanziali novità, dal momento che era già possibile configurare il client Messagges su Chromebook, è bello vedere che Google abbia spostato tutte le opzioni relative al telefono nella stessa sezione. Una trovata interessante quella di BigG, che consente di sincronizzare dispositivi mobile e computer in un modo simile a quanto visto nei prodotti Apple (Mac e iPhone per esempio) già da anni.

Grazie all’integrazione di Better Together, al momento del lancio ufficiale, dovrebbe inoltre essere disponibile l’Instant Tethering: in sostanza lo smartphone viene riconosciuto automaticamente come possibile modem, senza che l’utente debba abilitare manualmente l’hotspot.

Quella che consente a PC e telefono di comunicare è una funzionalità che si abbina perfettamente a Continue on PC, grazie alla quale è possibile visualizzare sul più grande schermo di un computer le pagine web che si stanno consultando su smartphone.

Fonte: Android Police • Immagine: Pixabay