QR code per la pagina originale

Google lancia il suo Continue on PC: Self Share

Google vuole lanciare una nuova tecnologia simile a Continue on PC che permetterà di condividere su PC le schede consultate su Chrome con uno smartphone.

,

Esiste una funzionalità di Windows 10 (introdotta nel Windows 10 Fall Creators Update), chiamata “Continue on PC”, che permette agli utenti di condividere le pagine web che si stanno visualizzando su smartphone Android o iPhone sullo schermo più grande del PC. Sebbene in linea teorica Continue on PC supporti tutti i browser web disponibili, in Windows 10 la feature obbliga ad aprire la scheda web con il software proprietario Microsoft Edge.

Per questo motivo – come riporta Geeklatest – Google vuole lanciare una sua nuova tecnologia simile a Continue on PC, il “Self Share”, che permetterà agli utenti di condividere sul monitor di un computer le schede web consultate su Chrome con uno smartphone Android. Requisito fondamentale: i dispositivi devono tutti utilizzare lo stesso account Google.

La funzionalità sarà disponibile per i sistemi operativi Windows, Mac e Linux e sembra non ci siano differenze sostanziali con il Continue di Microsoft, che ne è praticamente una sorta di alternativa ad hoc per Google Chrome. Al momento non si hanno informazioni in merito ad una possibile data di distribuzione di questa funzione, che è ancora in fase di test da parte di Google. È probabile che verrà rilasciata molto presto.

Una scelta quella di Google che è effettivamente giustificata dall’enorme differenza che c’è fra la base di utenza di Google Chrome e Microsoft Edge (il successore di quel mai amato Internet Explorer), tutto sommato un ottimo browser web ma utilizzato solo dal 4% degli utenti PC.

Sempre restando in tema Chrome, è di pochi giorni fa la notizia secondo la quale la funzione Picture-in-Picture è ora disponibile su YouTube. Si tratta di una feature che permette di mettere il filmato che si sta visualizzando su YouTube in sovrimpressione all’interno di una piccola finestra che resta sempre in primo piano e può essere posizionata a proprio piacimento.

 

Fonte: Geeklatest • Immagine: gmutlu via iStock