QR code per la pagina originale

Apple: streaming video gratis in 100 nazioni?

La piattaforma di streaming video di Apple arriverà nel 2019 in 100 nazioni mondiali e sarà gratuita per i possessori di un iDevice: ecco i dettagli.

,

Il tanto atteso servizio di streaming video di Apple potrebbe vedere la luce nel 2019, con una distribuzione in 100 nazioni e una visione completamente gratuita. È quanto rivela un nuovo report di The Information, pronto a citare dei dettagli raccolti da alcune fonti interne all’azienda. Si fa quindi sempre più prossimo il lancio della piattaforma targata mela morsicata, di cui si discute sulla stampa ormai da diversi mesi.

Come già noto, Apple ha commissionato la produzione di diverse serie TV e altrettanti show d’intrattenimento, stringendo anche una partnership con la regina dei talk show Oprah Winfrey. Dai dettagli raccolti da The Information, si apprende come il gruppo californiano sia ormai prossimo al lancio, con un’inaugurazione nel 2019 prima negli Stati Uniti e poi in 100 altre nazioni mondiali.

Le modalità d’accesso saranno molto diverse rispetto agli altri big del settore, quali Netflix, Hulu e Amazon Prime Video. Apple sembra essere intenzionata a fornire i propri show gratuitamente a tutti i possessori di un dispositivo targato mela morsicata, quindi senza vincoli di tempo o abbonamenti. All’interno della piattaforma, però, la società ospiterà anche contenuti di terze parti – quali i servizi di streaming delle TV via a cavo – e permetterà ai consumatori di sottoscrivere direttamente i loro abbonamenti. È probabile, di conseguenza, che il gruppo di Cupertino tragga i propri guadagni dal revenue sharing con queste società terze.

Sempre dalle indiscrezioni emerse in questi giorni, pare che i contenuti targati mela morsicata non saranno gli stessi in tutte le nazioni del mondo, così come già accade per le altre piattaforme di streaming, mentre al momento non si hanno notizie su eventuali partnership con produttori locali.

Sono più di una dozzina le produzioni che Apple ha avviato per la sua piattaforma, tra sitcom, serie tv drammatiche e contenuti per bambini. Qualche giorno fa, è emerso come il gruppo non voglia però offrire show eccessivamente violenti o sessualmente espliciti.

Fonte: The Information • Via: MacRumors • Immagine: Africa Studio via Shutterstock