La Canon PowerShot G7 X Mark III arriva nel 2019

La fotocamera di Canon, PowerShot G7 X Mark III, con registrazione 4K e Dual Pixel AF sarà pronta agli inizi del prossimo anno.

Il 2019 promette di essere un grande anno per la nuova generazione di fotocamere consumer. Tra i protagonisti dei prossimi mesi ci sarà sicuramente Canon, con la PowerShot G7 attesa agli inizi del 2019. Il dispositivo dovrà spostare sicuramente più avanti la qualità portata dalla PowerShot G7 X Mark II, e pare che lo farà con un paio di novità degne di nota.

Secondo CanonRumors.com, vedremo la PowerShot G7 X Mark III al CES 2019, la fiera di Las Vegas che è sempre un punto di riferimento nel campo dell’imaging. Il prodotto, quale successore del precedente, è indirizzato a chi ha bisogno di una macchina compatta premium, sia per la cattura di foto che la registrazione video di livello medio-alto. Non a caso, le indiscrezioni parlano di una fotocamera capace di acquisire filmati in 4K (la Mark II si fermava ai 1080p) e di beneficiare del sistema Canon Dual Pixel AF. Le altre caratteristiche dovrebbero includere un nuovo sensore CMOS da 1,0 pollici da 24,1 MP e la possibilità di scattare a 10 fps.

Il modello integrerà, stando ai rumors, un intervallo di zoom leggermente più ampio rispetto alla Mark II (attualmente 24-100mm f/1.8-2.8) e un design solo in parte rivisto, dato che già l’ultima versione portava con sé un’ergonomia e maneggevolezza ottima.

Sembra che anche Canon abbia intenzione di aggiornare anche la famiglia delle PowerShot G9X, digitale compatta con sensore CMOS e alcune peculiarità, tra cui il supporto al Wi-Fi, un display LCD touchscreen da 3 pollici e un buffer di scatto di 10 foto.

Ti potrebbe interessare
Apple dimentica il codice sorgente di iOS 4.3
Apple

Apple dimentica il codice sorgente di iOS 4.3

Leggendo la notizia tornano alla mente le lamentele degli sviluppatori coinvolti nel progetto Darwin, il cuore di Mac OS X, e in generale l’approccio lassista – per non dire negligente – che Apple riserva all’Open Source, da cui pur ha attinto a piene mani. A quanto pare, Cupertino avrebbetardato a pubblicare il codice sorgente di

La globalizzazione del phishing
Software e App

La globalizzazione del phishing

Il phishing è un fenomeno ancora principalmente statunitense ma il tutto si sta ‘globalizzando’: diminuisce l’incidenza USA, aumenta il pericolo per i paesi non anglofoni. Il tutto emerge dal tradisionale report mensile della RSA Security