QR code per la pagina originale

Huawei Pay arriverà in Europa nel 2019

Al Huawei Eco-Connect 2018 di Roma, la società cinese ha annunciato che in partnership con Visa porterà Huawei Pay in Europa nel 2019.

,

Huawei Pay arriva finalmente in Europa. Sul palco dell’evento Huawei Eco-Connect 2018 di Roma, la società ha ha annunciato un’estensione della sua partnership con Visa che consentirà di lanciare anche in Europa la sua piattaforma di pagamenti. In Cina, Huawei Pay è disponibile già da oltre due anni, mentre in Europa debutterà nel 2019 all’interno di alcuni Paesi selezionati. La piattaforma di pagamenti della società cinese sfrutterà l’innovativa tecnologia Visa per rendere i pagamenti più pratici e sicuri sostituendo i dati sensibili delle carte di pagamento con un unico ID digitale.

In termini più precisi, quando una persona caricherà la sua carta di credito all’interno della piattaforma di Huawei Pay, Visa Token Service sostituisce le informazioni del conto con una serie di numeri, cioè con un “Token“, che saranno unici e collegati in maniera indissolubile a quella carta e a quel dispositivo. I pagamenti avvengono utilizzando il Token e quindi non vengono mai trasmessi i dati reali della carta di credito. In questo modo si riduce l’esposizione della carta di credito, cosa che aumenta sensibilmente il livello di sicurezza delle transazioni. In caso di manomissione o di furto del dispositivo, nessun problema.

Il Token non può essere utilizzato da altri dispositivi e questo codice può essere bloccato facilmente senza dover bloccare anche la carta di credito Visa. Huawei Pay è, dunque, una piattaforma di pagamenti sicura ed affidabile.

L’obiettivo di Huawei e di Visa, con il lancio della piattaforma in Europa, è quello di accelerare l’avanzamento del settore dei pagamenti mobili verso un maggior numero di mercati nazionali e regionali.

Molto presto, dunque, Huawei Pay entrerà in diretta concorrenza in Europa con piattaforme del calibro di Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay in un settore, quello dei pagamenti digitali, sempre più in crescita e sempre più dinamico.

Immagine: DjelicS via iStock