QR code per la pagina originale

Apple acquisisce Silk Labs per l’IA

Apple acquisisce la startup Silk Labs, specializzata in soluzioni consumer per l'intelligenza artificiale: ecco tutti i dettagli emersi.

,

Apple potrebbe aver acquisito Silk Labs, una startup specializzata in software per l’intelligenza artificiale, da sfruttare all’interno di dispositivi di classe consumer. È quanto riferisce The Information, confermando l’attenzione sempre più accordata dal gruppo di Cupertino per le tecnologie del machine learning e dell’IA.

Secondo quanto riferito dalla testata statunitense, Silk Labs si caratterizzerebbe per le piccole dimensioni – all’incirca una dozzina di dipendenti – considerata la sua giovane età il suo status di startup. Il gruppo si occuperebbe di sviluppare “la prossima generazione di intelligenza video e audio ai prodotti connessi”, tramite un complicato ma efficiente sistema di riconoscimento delle immagini e del suono.

Le tecnologie realizzate dall’azienda possono essere sfruttare in numerosi ambiti, come la sicurezza, il monitoraggio di confezioni e acquisti nel retail, dispositivi di accesso condizionato, parcheggi intelligenti, riconoscimento facciale, identificazione degli oggetti e molto altro ancora.

Pare che in passato Silk Labs abbia anche lanciato un prodotto, chiamato Sense e offerto tramite Kickstarer, una sorta di “cervello digitale” per la gestione contemporanea dei dispositivi per la smart home.

Stando ai dettagli forniti da The Information, le proposte di Silk Labs sarebbero state sviluppate mettendo sempre al centro la privacy degli utenti, un fatto che potrebbe aver incuriosito il colosso di Cupertino, considerando come da tempo Apple stia perseguendo una politica di riservatezza più elevata possibile per i propri clienti. Al momento, non è ancora giunta una conferma dell’acquisizione dalle parti di Apple Park, ma è molto probabile che l’azienda risponda alle richieste dei giornalisti con la sua ormai famosa frase standard. Per queste operazioni, infatti, la mela morsicata spiega di essere interessata di tanto in tanto ad aziende tecnologiche più piccole, senza però svelare i propri piani e ambizioni. Non resta, quindi, di capire come le tecnologie di Silk Labs verranno integrate nei device Apple.