QR code per la pagina originale

HP svela un po’ della Nvidia GeForce MX250

Il nuovo modello entry-level di Nvidia, GeForce MX250, appare nelle specifiche tecniche di un notebook HP per il 2019.

,

Nvidia sarebbe sul punto di lanciare più di una scheda grafica per il 2019. Se finora l’interesse era tutto puntato sulla RTX, dedicata a notebook di alta gamma, ora abbiamo qualche riferimento anche intorno alla MX250, di tipologia entry-level.

Palco destinatario di un prodotto del genere sarà il Ces 2019 di Las Vegas, dove il produttore dovrebbe presentare la famiglia di GPU per laptop di fascia medio-bassa. Un primo rumors, molto sostanziale, circa la MX250 è apparso con un elenco postato su Twitter dall’utente Momomo, che mostra un dispositivo di HP con a bordo proprio la scheda.

Stiamo parlando dell’HP Zahn 66 Pro 14 G2, dotato della Nvidia GeForce MX250 con 2 GB di memoria GDDR5 o, in alternativa, una Intel UHD 620. Al momento non è ancora chiaro se questo nuovo processore grafico sia stato costruito sull’architettura next-gen Turing, come sarà per la serie RTX, tuttavia, ci sarebbero già in giro tracce in merito alla realizzazione col nuovo hardware, da mostrare a breve. In ogni caso, dovrà essere alla pari dei chip grafici Vega integrati con AMD. L’MX 150 già sferza a 384 core CUDA sulla sua architettura Pascal e nessuno può dire con certezza dove si troverà Nvidia. La MX150 sarà una soluzione grafica accettabile se offrirà esperienze di qualità con un’ottimizzazione dei costi.

Lo stesso HP Zahn, beneficiando della MX250, potrebbe piazzarsi in un range molto interessante di prezzo. Sappiamo infatti, con il beneficio della scheda tecnica condivisa su Twitter, che monterà processori Intel Core i5 o i7 di ottava generazione, un display FHD da 14 pollici (1.920 x 1.080), storage SSD fino a 512 GB o disco rigido da 1 TB e fino a 32 GB di memoria Ram.

Non c’è modo di sapere esattamente cosa ha in negozio Nvidia per questo aggiornamento. Le immaginazioni vanno da un semplice aggiornamento fino a forse anche a qualche core tensoriale (quasi impossibile).

Fonte: Twitter