QR code per la pagina originale

Mars One rinascerà con un nuovo investitore?

La bancarotta per Mars One potrebbe non essere la fine assoluta di una colonia umana su Marte.

,

Solo ieri si è parlato di bancarotta per Mars One, l’organizzazione che negli ultimi anni è stata spesso al centro di roboanti annunci riguardo la colonizzazione umana di Marte. Tra reality show, interviste prezzolate ai selezionati e grosse polemiche, Mars One si è spenta e con esso il circo mediatico che aveva creato. Pare proprio che invece questo circo è stato appena riaperto, perché in una nota l’organizzazione ha annunciato di aver trovato un nuovo potenziale salvatore che potrebbe ripianare il debito di 1,1 milioni di dollari.

Vuole per esempio riprendere la macchina dell’hype riguardo i suoi reality show che dovrebbero documentare il processo di colonizzazione fuori dal pianeta Terra. Mars One ha detto tutto questo potrebbe pagare le spese di un habitat per gli umani sul Pianeta Rosso. Il nuovo misterioso investitore annuncerà i suoi piani in una conferenza stampa il prossimo 6 marzo, anche se il luogo non è stato ancora svelato.

Sono anni che molti vedono il modello di business di Mars One come un qualcosa di estremamente fumoso. L’organizzazione non ha i fondi necessari per affrontare un viaggio di questa portata, ma neanche la tecnologia o brevetti per fare gli annunci roboanti che continua a portare avanti. Mars One Ventures PLC, la startup registrata in UK, è attualmente una compagnia dormiente con meno di 20mila sterline.

Nel 2012 annunciò che l’obiettivo di mandare cinque esseri umani su Marte sarebbe costato 6 miliardi di dollari. Se si aggiungono tutte le zone grigie della società emerse nel corso degli ultimi anni, come ad esempio alcune testimonianze sul fatto che i prescelti per andare su Marte venivano selezionati con una chiamata Skype, si comprende come la fiducia in questi annunci sia poca.

Non resta che attendere l’inizio del prossimo mese di marzo per scoprire chi è questo misterioso investitore.

Fonte: Engadget • Immagine: NASA via Shuuterstock