QR code per la pagina originale

Tesla mette Ritorno al Futuro nella sua app

Tesla ha inserito un simpatico Easter egg nella sua app tutto dedicato alla famosa saga di Ritorno al Futuro.

,

I fan della saga di Ritorno al Futuro non potranno che apprezzare l’Easter egg che Tesla ha accuratamente nascosto all’interno della sua applicazione ufficiale per smartphone, quella che permette di controllare da remoto le sue auto elettriche. L’azienda di Elon Musk non è certamente nuova all’inserimento di alcune Easter egg nei software delle sue autovetture ma in questo caso ha realizzato qualcosa di davvero molto particolare.

Per sbloccare l’Easter egg di Tesla dedicato alla saga di Ritorno al Futuro la procedura da seguire è un po’ complicata. Infatti, è necessario che l’autonomia dell’auto visualizzata all’interno dell’app raggiunga le 121 miglia esatte. A quel punto, sarà necessario che gli utenti premano l’icona della batteria direttamente dall’app per sbloccare questa curiosa funzionalità nascosta. Premuta l’icona, l’applicazione cambierà rapidamente veste inserendo molti riferimenti al famoso film di fantascienza. Per esempio, le 121 miglia di autonomia residua si trasformeranno in 1,21 GW che era la quantità necessaria di energia per consentire i viaggi del tempo alla DeLorean.

Subito sotto l’indicatore di potenza, comparirà la scritta “Time Circuits On” ad indicare che i circuiti temporali sono accesi e pronti a funzionare. Anche la posizione del veicolo è stata modificata in 1600 S Azusa Ave Rowland Heights, che è stata un’importante location per le riprese del film.

Tesla mette Ritorno al Futuro nella sua app

Electrek (immagine: Electrek).

L’app riporta che è stata pianificato un appuntamento con l’assistenza tecnica per il 5 novembre 1955, il giorno in cui Doc Brown ha battuto la testa e ha scoperto il flusso canalizzatore. Data che è anche quella del primo viaggio nel tempo del protagonista della saga.

Anche il nome del veicolo Tesla è stato modificato inserendo il numero 88, probabilmente un riferimento alla velocità, in miglia orarie, necessaria per effettuare il salto temporale. Inoltre, l’app modifica anche la tipologia dell’auto in una Model X, probabilmente a ricordare che la DeLorean disponeva di portiere molto simili alle Falcon Wing delle Model X.

Infine, la versione del software dell’auto riporta come data il 1985 che è l’anno in cui è uscito il primo film.