QR code per la pagina originale

Vodafone, il 5G entro la fine dell’anno

Vodafone accelera sul 5G con l'obiettivo di lanciare i suoi servizi di quinta generazione nella seconda metà del 2019; al MWC 2019 nuovi test.

,

Vodafone accelera sul 5G per prepararsi al suo lancio ufficiale che avverrà nella seconda metà del 2019 in alcune città europee. L’operatore, infatti, ha annunciato di aver completato ulteriori test sulla sua rete di quinta generazione utilizzando tre tipologie di smartphone. I nomi saranno svelati durante l’imminente Mobile World Congress 2019 di Barcellona. Forte dei risultati di questo ultimi test, Vodafone punta ad essere il primo operatore al mondo a connettere smartphone 5G alla sua rete 5G live.

Nel corso del test, Vodafone ha effettuato con successo videochiamate con risoluzione 4K grazie alla rete 5G che permetterà velocità più alte di 10 volte rispetto a quelle permesse dal 4G. La rete utilizzata da Vodafone per i test e gli smartphone erano conformi con l’ultima versione dello standard del settore approvata lo scorso dicembre 2018. L’operatore intende essere protagonista alla fiera spagnola con le sue reti 5G. Vodafone ha già realizzato una rete 5G all’interno del centro di Barcellona. Durante il periodo della fiera, una macchina percorrerà le strade cittadine misurando le velocità di 1,5 Gbps che la rete permette di raggiungere.

Vodafone è tra gli operatori di telefonia mobile più attivi sul 5G. In Italia, per esempio, l’operatore è riuscito ad aggiudicarsi le frequenze più pregiate ed attualmente sta lavorando per realizzare la sua rete 5G a Milano dove sta sperimentando anche alcuni servizi di valore aggiunto assieme ad alcuni suoi partner.

In Inghilterra, invece, Vodafone UK sta sperimentando il 5G in sette città. In Spagna, invece, l’operatore ha coperto con la sua rete di quinta generazione sei città.

Vodafone, dunque, si sta preparando alla grande per lanciare i servizi di quinta generazione. Una rete che avrà importanti conseguenze non tanto nel mondo degli smartphone quanto nel settore industriale in quanto permetterà di abilitare una serie di importanti servizi di valore aggiunto oggi non disponibili con le reti 4G.