QR code per la pagina originale

Gmail, in arrivo l’invio programmato delle email?

Gmail potrebbe introdurre una delle funzioni più attese dai milioni di utenti, ovvero la possibilità di programmare l'invio delle email.

,

Mentre mancano pochissimi giorni allo shut down di Inbox (chiuderà il 2 aprile), ecco che Gmail potrebbe introdurre  una delle funzioni più attese dai milioni di utenti: la possibilità di programmare l’invio delle email.

La feature ancora non è ufficialmente disponibile, ma è stata scoperta dai colleghi di 9to5Google che l’hanno scovata all’interno del codice dell’ultimo aggiornamento di Gmail per Android (già disponibile su Play Store). Una feature latente, visto che in pratica c’è ma non si vede, se non a livello di mera programmazione.

Stando al codice, sembra che Google abbiano voluto fare le cose in grande: la funzione non consentirà semplicemente di programmare l’invio dei messaggi di posta, ma questi potranno essere programmati con un range temporale ampissimo: dai 2 minuti ad addirittura 50 anni.

Ovviamente sarà possibile impostare un momento preciso, inserendo data e ora in cui si vuole che il messaggio venga recapitato da Gmail al destinatario, nel futuro. Tramite un’interfaccia che verrà implementata ad hoc, inoltre, tutte le email potranno essere cancellate o riprogrammate. Tutti messaggi programmati per il “post-invio” saranno salvati su cloud.

Oggi la possibilità di un’invio posticipato dell’email con il servizio Gmail è possibile solo appoggiandosi a tool esterni come LetterMeLate, che però non sempre si rivelano precisissimi e il cui utilizzo viene sconsigliato dallo stesso Gmail per questioni legate alla sicurezza.

Tutto, però, è al momento ancora solo su un codice anche se diversi addetti ai lavori azzardano che è possibile che nelle prossime settimane (o mesi) questa nuova funzione per Gmail diventi realtà, sia su Android che su iOS. Questo è sicuramente quello che sperano i milioni di utenti della posta elettronica di bigG.

Nel frattempo, Gmail per Android ha recentemente subito un importante redesign dell’interfaccia che, in stile Material Theme, diventa molto più luminosa e chiara.