QR code per la pagina originale

iPhone XI: online gli schemi di design

Appaiono online gli schemi di design di quello che potrebbe essere il nuovo iPhone XI: Apple sembra puntare sulle tre fotocamere.

,

Mancano ancora diversi mesi alla presentazione dei nuovi iPhone di Apple, con un evento di lancio che si terrà probabilmente nel mese di settembre. Eppure online sono già apparsi gli schemi di design di quello che, secondo alcuni esperti, potrebbe essere chiamato iPhone XI. Le immagini sono state pubblicate nelle ultime ore da Slashleaks e, almeno al momento, non è dato conoscerne il grado di affidabilità. Ancora, da questi schemi non è possibile estrapolare troppe informazioni sulle caratteristiche hardware dell’edizione 2019 degli smartphone di Cupertino.

Così come già accennato, le immagini sono state pubblicate da Slashleaks e proverrebbero da fonti giapponesi. Gli schemi, mostrati sul display di un computer e ripresi con uno smartphone, mostrano la scocca posteriore di quello che potrebbe essere il futuro iPhone XI, un device che potrebbe avere delle dimensioni analoghe agli iPhone XS già oggi in commercio.

Dall’analisi della scocca in metallo, si apprende innanzitutto la presenza di un grande foro circolare, quest’ultimo ovviamente impiegato per adagiare le componenti per la ricarica a induzione. È quindi probabile che il device veda una parte posteriore in vetro, così come avviene per gli attuali modelli, proprio per sfruttare le potenzialità della ricarica wireless. Il dettaglio più interessante, però, sembra essere quello relativo alle fotocamere posteriori: l’immagine mostra ben tre fori, inscrivibili all’interno di un quadrato.

Questa evidenza sembra confermare le indiscrezioni emerse online qualche settimana fa, relative all’introduzione di ben tre fotocamere nelle prossime generazioni di smartphone targati mela morsicata. Oltre al classico grandangolo e al teleobiettivo già inseriti negli attuali modelli, Apple sarebbe interessata ad aggiungere un sensore time-of-flight, per la scansione tridimensionale degli ambienti.

Così come già accennato, al momento non è dato sapere quanto il leak odierno possa ritenersi affidabile. Naturalmente, dalle parti di Cupertino non giunge alcuna conferma in merito.