QR code per la pagina originale

Dropbox e Google Docs, integrazione totale

Gli utenti Dropbox Business possono creare, modificare e condividere file Google Docs, Sheets e Slides direttamente da Dropbox, usando i due account.

,

L’integrazione tra i due servizi era stata annunciata circa un anno fa. A fine luglio 2018 era stato rilasciato un add-on per Gmail, ma ora è arrivata la funzionalità più attesa. Gli utenti possono gestire documenti, fogli di lavoro e presentazioni direttamente da Dropbox.

La novità, svelata durante l’evento Google Cloud Next ’19, è al momento riservata agli abbonati Dropbox Business, ma nei prossimi mesi sarà accessibile a tutti. La collaborazione tra le due aziende è nata dopo aver verificato che milioni di utenti della G Suite sono anche utenti di Dropbox, quindi possiedono un account per entrambi i servizi cloud. La nuova funzionalità consente di creare e salvare i file Google Docs, Sheets e Slides in qualsiasi cartella Dropbox.

Le tre opzioni vengono mostrare quando l’utente clicca sul pulsante “Crea nuovo file” su Dropbox.com o nelle applicazioni per Windows e macOS. Verrà quindi visualizzato il popolare editor di Google. È possibile anche aprire file .docx, .xlsx e .pptx esistenti, modificarli con i tre servizi Google e salvarli su Dropbox nel loro formato originale. Tutti i file possono essere cercati tramite l’apposita funzione, non solo per nome ma anche per contenuto.

Non manca ovviamente la funzione di condivisione. Gli utenti possono inserire i file in una cartella condivisa di Dropbox oppure condividere singoli file inviando un link tramite email o chat. È inoltre possibile impostare i permessi (modifica o solo visualizzazione) e visualizzare i commenti direttamente nelle notifiche di Dropbox.

La funzionalità è disponibile in beta solo per la lingua inglese. La creazione dei file Google Docs, Sheets e Slides è possibile con Dropbox per Windows, macOS e web, mentre con le app Andorid e iOS è consentita solo la visualizzazione.

Fonte: Dropbox • Immagine: Dropbox